fbpx

Tag Archives: pdf

Summer List, cose da fare durante l’estate

Summer List - La Casalinga Ideale
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

La scuola è terminata e tuo figlio comincia già col tormentone estivo?

“Ora che faccio?”

Se durante l’anno scolastico l’impegno è stato tanto cerchiamo di non “lasciar” riposare i nostri figli davanti la tv o alle console da gioco.

Proponiamo invece attività divertenti, all’aperto, anche piuttosto semplici, perché no.

Chi è in città di solito iscrive i propri figli ai centri estivi, eppure dopo 15 giorni la frase shock ritorna “Mi annoio! Che faccio?” per non  parlare dell’aspetto economico per nulla indifferente.

Chi vive in campagna o al mare sicuramente è agevolato dal poter stare fuori casa, eppure a parte un gelato  un giro in bici, le idee scarseggiano.

Questo pratico prospetto ti aiuterà a spuntare le attività estive insieme a tuo figlio, decidendo insieme, di giorno in giorno cosa fare.

Le attività sono pensate per i bimbi più piccoli, alcune da fare insieme ai grandi, e per i bimbi più grandicelli che potranno accompagnare i fratellini alla scoperta di giochi e avventure da fare insieme!

Effettua il Download e Stampa questo pratico prospetto in formato A4 pdf, poi depenna man mano le attività svolte!

Summer List

n. 265 amici hanno effettuato il download

Summer List - La Casalinga Ideale

La lista “Non ti scordar di me” [Planner Stampabile]

lista non ti scordar di me
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Tutti gli anni, prima delle vacanze parliamo di cosa mettere in valigia e, puntualmente, su Google cerchiamo “come fare la valigia”, poi stampiamo liste e planner come se non ci fosse un domani .

Eppure, immancabilmente, arrivati a destinazione, ci accorgiamo di aver dimenticato qualcosa a casa.

Niente panico, si compra sul posto, direte voi!

Errore!! La Casalinga Ideale questo non lo fa!!

Insomma stiamo lì a risparmiare il centesimo, ad acquistare a saldi, a rinunciare alla camera vista mare per non intaccare il bilancio familiare e poi bastano un paio di infradito acquistate al villaggio turistico alla modica cifra di 18 euro (che poi nemmeno ci piacciono e non si intonano affatto col prendisole!) per vanificare tutti i nostri sforzi precedenti.

E se invece delle infradito dimentichiamo la micro sd per la reflex? E se fosse il carica batterie dell’Iphone?

Ecco, quindi, che quest’anno ho pensato ad una lista di cose “dimenticate” per evitare di dimenticarcene di nuovo con la prossima vacanza!

Istruzioni: stampate questa lista (formato A4), trascrivete subito, se ne avete memoria, le cose che avete dimenticato lo scorso anno e che siete stati costretti a comprare sul posto. Portate con voi questo planner e una volta giunti a destinazione aggiornate la lista con eventuali oggetti lasciati a casa.

Checklist Non Ti Scordar Di Me

grazie ai n. 237 utenti che hanno effettuato il download

checklist-non-ti-scordar-di-me

Bene, quest’anno le infradito non le dimentico di certo! E nemmeno le salviette struccanti.

Ve lo saprò dire a Settembre, quando rientrerò dalle me vacanze, intanto… #StayTuned

Stendere il bucato a regola d’arte

stendere-foxydry
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Non che ci voglia una laurea ovviamente ma fatemi dire che stendere bene e con i dovuti accorgimenti dimezzerà i tempi di asciugatura e stirare diventerà quasi marginale.

Vi sembra impossibile? Non lo è, soprattutto se si hanno a disposizione i trucchi e i supporti adatti.

Intanto è bene seguire attentamente questo piccolo vademecum di consigli:

  • Meglio programmare la lavatrice con pochi giri di centrifuga. Sì è bello sapere che il bucato uscirà quasi asciutto, ma vi ritroverete con delle pieghe talmente fitte che stirare sarà un’impresa titanica.
  • Al contrario, gli indumenti umidi, prima di essere stesi andranno sbattuti, sbattuti e poi sbattuti. Vedi consiglio n.3 del Manuale Foxydry.
  • Ogni indumento avrà il suo “metodo” per essere steso per evitare così, fastidiosissime pieghe e i segni delle mollette.
  • Grucce e appendini, meglio se con spalla larga, saranno ottimi per stendere camicie e polo!
  • I maglioni di lana invece, andranno distesi prima su un asciugamano che assorbirà l’acqua in eccesso, poi su una stampella a spalla larga. In questo modo non si deformeranno.
  • Il sole asciuga, è vero, ma scolorisce anche i tessuti, quindi è buona regola stendere possibilmente all’aria ma all’ombra.
  • Se non si hanno dei fili fuori in giardino o in terrazza, o se non si dispone di spazio sufficiente sul balcone sarà nostra premura stendere in casa.

Detto questo, la stagione invernale è ormai alle porte.

Ecco come fare.

Sarebbe bene poter stendere accanto ad una fonte di calore ma allo stesso tempo in una stanza ben areata.

Come supporto ci viene in aiuto un fantastico stendibiancheria Foxydry.

Tra le sue caratteristiche è salvaspazio perché si chiude anche durante il suo funzionamento.

Il bucato resterà sollevato da terrà sfruttando al massimo lo spazio in una piccola casa o lavanderia.

Ottimizza l’asciugatura, infatti essendo sospeso al soffitto sfrutta al massimo l’aria calda che, sappiamo benissimo, sale sempre verso l’alto.

Si può installare facilmente sia all’interno che all’esterno di una casa o appartamento.stendere-bucato-foxydry

Questo prodotto, realizzato in alluminio anodizzato e acciaio, garantisce l’uso e la resistenza nel tempo.

Beh cos’altro aggiungere? Ci sarebbe da parlare ancora molto sull’argomento “stendere bene per stirare meno” ma preferisco lasciarvi in omaggio il manuale Foxydry dal titolo “Stendere il bucato – Guida alla prossima lavatrice” in pdf, scaricabile direttamente da qui.

Download

Ringrazio i n. 181 che hanno effettuato il download

 

Qui ci vuole un Piano di Rientro dalle Vacanze…

piano rientro dalle vacanze
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Settembre, il mese della pianificazione domestica.

Chissà se anche a voi succede.
Chissà se anche voi, come me, durante gli ultimi giorni di vacanza, avete la mente presa dai mille buoni propositi da attuare al nostro rientro a casa.

Primo fra tutti l’impegno di iniziare una dieta alimentare equilibrata accompagnata da un menu planner e lista della spesa.
A seguire quindi del sano fitness anche da casa (eh si, risparmio fin d’ora i soldi dell’abbonamento in palestra tanto già so che non arriverei al secondo mese consecutivo di zumba)
Pulizie certosine di credenze e armadi. Questo pensiero mi sfiora solamente per pochi attimi appena oltrepasso l’uscio, ma devo approfittarne!
Documenti e ricevute pagate da ordinare e archiviare.
Inizio di un registro delle spese e soprattutto un piano di risparmio fino alla prossima estate.

Mille buoni propositi che puntualmente sfumano come bolle di sapone appena rimetto piede dentro casa.

Le lavatrici da fare, la posta da archiviare, le piante sul balcone da rianimare, e il frigorifero vuoto da riempire.

Tutto ciò non mi permette di focalizzare le priorità. Allora riempio letteralmente il frigorifero di cose da mangiare e puntualmente mi chiedo

‘cosa preparo oggi? ‘

Sommersa dalle carte e scartoffie che ho rinominato “quandotornoasettembrelemettoaposto” decido di sistemare tutto in una scatola senza un ordine preciso per poi disperarmi quando tornerò alla ricerca di quella Fattura ormai dispersa.

Le lavatrici di susseguono senza che io abbia il tempo (e la voglia) di stirare e soprattutto mettere a posto le pile di panni piegati. Costumi e pareo resteranno sul comò fino a metà novembre  …ahimè 🙁

Quest’anno invece sono determinata più che mai a mettere nero su bianco il mio programma di rientro dalle vacanze per non arrivare impreparata!

piano rientro dalle vacanzePer questo, ho preparato un pratico prospetto per facilitare il Piano di Rientro dalle Vacanze.

Visto che da tempo ho realizzato un pratico #ControlJournal anche questo planner andrà dritto dritto nel mio raccoglitore.

Piano di Rientro dalle Vacanze

Grazie per i n. 2.701 download effettuati.

Troverete in questo stampabile in pdf, formato A4, un planner giornaliero.

Basterà stampare (o fotocopiare) un foglio al giorno e procedere alla pianificazione di un Menu planner e lista della spesa, remind di 8 bicchieri di acqua da bere, fitness e workout da fare, e i mestieri di casa che andremo a svolgere quotidianamente. Inoltre è previsto lo spazio per la lista della spesa, le telefonate da fare, le email da inviare, oltre un piccolo prospetto dove inseriremo le spese quotidiane.

Il prospetto ci ricorderà di non mangiare dolci e di non spendere denaro inutilmente!

Alcune cose sembreranno scontate ma scriverle e pianificarle mi aiuta a metterle in pratica e in questo modo nulla sarà lasciato al caso e potrò sfruttare i miei rarissimi momenti di ‘voglia di fare’ pur sapendo che dureranno ben poco!

Buoni (e cattivi) propositi per l’anno 2016

buoni propositi nuovo anno
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Prima di scrivere i buoni (e cattivi) propositi per l’anno 2016 sono andata a rileggere quelli dell’anno scorso 2015…e di quello precedente 2014. Così, per controllare che avessi tenuto fede ai miei impegni!

Ecco, considerando che nel 2015 mi sono limitata ad integrare/modificare/*scassare la lista di quello precedente, posso dichiarare con fermezza che la mia pigrizia cronica è l’unica responsabile ad ostacolare i miei piani e i miei progetti, passati e futuri.

(*scassare: dal gergo paesano, rimuovere, eliminare)

Quindi in capo alla lista dei miei buoni (e cattivi) propositi per l’anno 2016 ci sarà:

  1. combattere la strega (pigrizia), quella fisica ma soprattutto anno 2016quella mentale. Quindi #bastaprocrastinare , basta dormire oltre le 7.00, se non la domenica, basta giocare a CandyCrush, ecc

Nel frattempo qualcosa ho concluso quest’anno. L’uscita del mio libro cartaceo self-publishing, weekend a Londra, vacanza al mare last minute a settembre non programmata, collaborazioni lavorative interessanti, il sito che viaggia nella giusta direzione, … soprattutto una famiglia serena in una casa disastrata!

Passo al mio secondo buon proposito per l’anno 2016:

2. Voglio uscire da questo corpo e rientrare nei miei jeans di 10 anni fa, ossia perdere almeno 2 taglie!! Tempo fa mi sono iscritta a un gruppo su FB, Workout-Italia. E’ un gruppo di informazioni, supporto e motivazione al fitness e home fitness. E’ molto stimolante e da domani comincerò il mio allenamento “casalingo”…

Il terzo buon proposito dell’anno è legato al secondo:

3. Da domani comincerò la mia dieta equilibrata e salutare. Ok…sto dicendo una bugia!! La mia pessima alimentazione e il mio perverso rapporto con il cibo non mi permettono di seguire una dieta classica di cibi genuini e porzioni minimal, così mi affiderò ad una applicazione (più di una in realtà!!) per “regolarizzare” un po’ i miei pasti insani! Quindi prendete nota se volete anche voi seguirmi in questo programma di recupero!!

  • MyFitnessPal – registra le calorie assunte e quelle bruciate durante il giorno
  • Google Fit – stabilisci un obiettivo (es 15.000 passi al giorno) e controlli i tuoi traguardi
  • Melarossa – La tua dieta personalizzata (la migliore online finora!!)
  • Peso-IMC – per monitorare il tuo peso
  • Very Fit legata al mio nuovo acquisto Sport Bluetooth Smart Bracelet
  • Runtastic – per iniziare a correre e migliorare ogni giorno i propri obiettivi
buoni propositi anno 2016

“Life is like riding a bicycle, to keep your balance you must keep moving!”

4. per quanto riguarda i viaggi, beh in programma c’è già Berlino a febbraio. Mi riprometto di pianificare altre destinazioni se il salvadanaio me lo consentirà!

5. Le agende. Parliamo delle agende. Il buon proposito per l’anno nuovo sarebbe di non comprarne più. Il cattivo proposito che invece prevale è che il 7 gennaio arriverà la Websters-Pages-Personal-Planner Kit Gold #ILoveIt <3

6. Dopo aver pubblicato in ebook e finalmente in cartaceo il mio super fantastico irriverente Libro La Casalinga Ideale , ho in programma un nuovo libro. Non svelerò l’argomento per non rovinare la sorpresa. (ammesso che ve ne importi qualcosa ahahahahha)

7. Quest’anno la parola d’ordine sarà “Risparmizzando” ossia Risparmiare/Organizzando, per evitare le spese inutili e futili (tanto deciderò io cos’è futile 😉 )

Bene mi sembra di aver raggruppato in soli sette punti i miei buoni propositi, non sono poi molti, quindi dovreibuoni propositi farcela (di cattivi ce ne sono ben pochi per fortuna!!) ma tenete conto che ho considerato solo eventi da me realizzabili concretamente nell’anno 2016 evitando (altrimenti la lista sarebbe stata molto più lunga!) quelli che potrebbero capitare anche senza la mia volontà (es: vincere alla Lotteria) o quelli che andranno ben oltre il 2016…trasferirmi in una casetta al mare per esempio!!!

Lettura consigliata: Come rispettare i buoni propositi – Una guida che spiega come coniugare buoni propositi e piaceri della vita, come abbandonare una volta per tutte vizi e piccole manie senza diventare delle noiose perfezioniste. Come essere costanti, tenaci e determinate ogni giorno.

propositi_anno 2016Intanto vi regalo il mio prospetto per l’anno futuro, che possa essere di buon augurio per realizzare tutti i vostri desideri!!

La scheda, in formato A4 PDF, può essere inserita nel #ControlJournal!!

Buoni propositi per l'anno nuovo

n. 2.335 download effettuati.

 

 

 

La lavatrice, istruzioni per principianti

lavatrice
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Tempo fa ho ricevuto una email con la richiesta specifica di “schematizzare” l’uso di una comune lavatrice.

Poi mi sono accorta che sono numerose le persone che si avvicinano a questo elettrodomestico con preoccupazione e scetticismo.

Così ho deciso di scrivere questo articolo, corredato di scheda stampabile, per migliorare le prestazioni di questa valida “collaboratrice domestica”.

PRIMA: LA SCELTA DELLA LAVATRICE

Naturalmente la nostra scelta ricadrà su un prodotto adatto come misure all’ambiente dove dovrà essere collocato. Se non abbiamo molto spazio sono da preferire le lavatrici con carica dall’alto, oppure quelle che hanno una profondità inferiore a 60cm.

La cosa più importante da valutare è il risparmio energetico che non dovrà mai essere inferiore ad A+, per poi decidere in base alla silenziosità, e al consumo annuale di acqua.

DOPO: LA MESSA IN FUNZIONE

Una volta portata a casa e installata, la nostra lavatrice potrà essere messa in funzione.

  1. Dividere il bucato in capi SCURI – CHIARI – BIANCHI e ove necessario suddividere ancora in RESISTENTI o DELICATI. Ci sarebbero anche altre opzioni (sporchi, molto sporchi,  seta e lana, scarpe, ecc) per determinate esigenze.
  2. Per un risparmio energetico mettere in funzione la lavatrice SOLO A PIENO CARICO. Allo stesso modo NON STIPARE il bucato per evitare che l’elettrodomestico sforzi a lavare. Bisognerà lasciare poco spazio nel cestello. Considerare tuttavia, che alcuni indumenti da asciutti riempiono il cestello ma, una volta bagnati, raccolgono molta acqua, diventano pesanti riducendosi di volume (esempio, piumini, tappetini, trapunte, accappatoi) Se il cestello comincia a far rumore e a scuotere violentemente la lavatrice potreste arrecare danno al nostro elettrodomestico.
  3. Le lavatrici di ultima generazione hanno quasi sempre un programma a “risparmio energetico”. Non facciamoci ingannare dalla durata di solito superiore a quella degli altri programmi. Si utilizzerà meno acqua e la temperatura sarà più bassa con un risparmio in bolletta.
  4. Se si possiede un contratto energetico a tariffa BIORARIA utilizzare la lavatrice nelle fasce orarie consentite (di notte e nel weekend)
  5. Assicuriamoci del grado di calcare della nostra acqua. Se l’acqua fosse troppo “dura” avremo bisogno di maggiore quantitativo di detersivo, ma facciamo attenzione a non esagerare per evitare inutili sprechi e inquinamento.
  6. Quando è possibile utilizziamo sempre il programma A FREDDO (max 30°). In questo modo avremo un notevole risparmio di energia, detersivo e gli indumenti non si danneggeranno. Al contrario, temperature più alte (60°-90°) saranno utilizzate solo per capi particolarmente sporchi e tessuti molto resistenti (tovaglie, canovacci, ecc)
  7. L’aggiunta di mezzo bicchiere di aceto durante il lavaggio degli indumenti colorati, fissa e mantiene vivi i colori sostituendo egregiamente l’ammorbidente, lasciando i capi morbidi al tatto. Tranquilli,  dell’odore dell’aceto non ne resterà traccia. Allo stesso modo, se abbiamo dei capi colorati che “stingono”, per evitare guai, aggiungere nel cestello una manciata di sale grosso da cucina. I colori non si disperderanno.
  8. Il bicarbonato invece, per i capi bianchi o chiari, ha un’azione antibatterica e assorbi odori. Ideale per i grembiuli da cucina o da lavoro, le macchie di sudore sotto le ascelle, ecc  PS Se preparerete in anticipo una “pappetta” di acqua e bicarbonato potrete pre trattare e lasciar agire per qualche minuto prima del comune lavaggio.
  9. Fate attenzione a rimuovere oggetti o monetine dalle tasche degli indumenti che se lasciati durante il lavaggio possono bloccare gli ingranaggi richiedendo assistenza tecnica.
  10. Fate attenzione ai ricami e alle stampe che spesso restano danneggiati dai lavaggi.
  11. Gli indumenti scuri vanno lavati e stesi al rovescio
  12. Le cerniere lampo vanno chiuse.

DOPO: MANUTENZIONE

  • Una volta al mese, per evitare che il detersivo usato a freddo intasi le tubature, provvedete a fare un ciclo a vuoto ad alta temperatura con due bicchieri di aceto di vino.
  • Allo stesso modo se la lavatrice resta inutilizzata troppo a lungo.
  • Periodicamente la vaschetta del detersivo va smontata e immersa in acqua e aceto per qualche minuto. Nei punti più difficili da pulire usare un vecchio spazzolino da denti.
  • Spesso può succedere che si formi la muffa sulla guarnizione dell’oblò. Potete rimuoverla passando un panno imbevuto di aceto puro. Se avrete l’accortezza di asciugarla dopo ogni lavaggio, la muffa non si ripresenterà.
  • Con l’occasione, una volta al mese, pulite anche il FILTRO.

CURIOSITA’

  • Quando laverete gli imbottiti di piume, inserite nel cestello una pallina da tennis. Ciò farà in modo di non lasciare le piume “appallottolate” dopo il lavaggio.
  • Una federa vecchia può essere usata per mettere al suo interno i collant, o la biancheria delicata così da non danneggiarla.

 

lavatriceOra potrai stampare questa pratica scheda in formato pdf per le info di base, da tenere sempre a portata di …ehm…lavaggio o nel pratico #ControlJournal

 Download

n. 20.451 effettuati

Casakebo DOP tra bilancio familiare e faccende domestiche

mese Casakebo DOP
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Ogni anno sono alla ricerca di un prospetto”miracoloso” che possa programmare e pianificare faccende e spese familiari.

 

Allora quest’anno mi sono detta: “perché non realizzare un calendario che comprenda entrambi?”

 

Così prendendo spunto da un Kakebo e Casa DOP è nato il

Calendario CASAKEBO DOP

Download

n. 15.633 download già effettuati

Il file, in formato pdf, comprende 16 pagine che ora vi andrò a spiegare nel dettaglio:

n.1 copertina con istruzioni.

n.1 prospetto settimanale da stampare e fotocopiare per annotare di volta in volta le spese sostenute suddividendole per categoria di spesa come da elenco

settimana Casakebo DOP

n.12 prospetti mensili dove riporterete le scadenze (spese fisse) e la somma delle spese variabili. In questo prospetto sono già indicati i compiti di Casa DOP da seguire.

Vi ricordo che troverete gli stampabili di Casa DOP in questa >>Sezione.

mese Casakebo DOP

n.1 prospetto di Riepilogo dell’anno dove andrete a riportare la somma delle entrate e delle uscite, fisse e variabili, sostenute durante il corso dell’anno.

riepilogo Casakebo DOP

n.1 prospetto per annotare le scadenze degli anni futuri da riportare nell’agenda del 2016

Casakebo DOP

Pulizie di Primavera nel Weekend [Stampabile]

pulizie di primavera nel weekend
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Pochi step da eseguire per due weekend consecutivi e organizzare così al meglio le pulizie di primavera.

Utilizzare ben 2 weekend di primavera sembra tempo “sprecato”… ma non è affatto così!

E’ un  programma appositamente studiato per le donne che durante la settimana lavorano tutto il giorno!

Parola d’ordine: ottimizzare! Il mio mantra in questo caso è “Ottimizzare il tempo per faticare meno”

  • Ottimizzare il tempo, utilizzare un timer, darsi un tempo e non superarlo.
  • Ottimizzare il denaro, ove possibile evitare detersivi costosi (e dannosi!) preferendo aceto, limone, bicarbonato, acqua ossigenata, acido citrico, ecc.
  • Ottimizzare la fatica:  prima di iniziare a sfaccendare, preparare tutto l’occorrente: detersivi, aspirapolvere, spugne… 3,2,1…VIA!!

Stampa la scheda e segui le istruzioni, riuscirai a finire prima che tu dica “AH! che fatica!!!”

Pulizie di Primavera nel Weekend (Stampabile)

si compone di 1 foglio formato A4 pdf

Download

Grazie ai 5.063 utenti che hanno già effettuato il download

buzzoole code