fbpx

Tag Archives: organizzare

Declutter organizzato, Step 1 – La Pianificazione

Declutter Organizzato la pianificazione
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Possiamo rimandare una settimana, forse un mese o due, ma alla fine dobbiamo cedere anche noi alle “pulizie di fino”, quelle che ogni tanto bisogna prevedere per avere quella sensazione di pulito e freschezza che tanto ci piace!

Intanto, se seguite Casa Dop, il nostro Programma di Faccende Domestiche Online, sappiate che le Pulizie di Primavera non vi porteranno via troppo tempo.

Se invece non conoscete il nostro programma fareste bene a dare un’occhiata! 😉

Prima di iniziare con le Pulizie di Primavera però, c’è un’operazione indispensabile da fare: il Declutter!

Impariamo a gestire il tempo!

come gestire il tempo
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Anche tu, come me, trascorri tutto il tuo tempo correndo e girando come una trottola per poi arrivare a fine serata senza aver concluso nulla?

Inizio sempre al mattino decidendo almeno tre cose da fare in giornata, e mentre lo faccio sono molto determinata a portare a termine quei compiti.

Eppure, non so come e non so esattamente quando, durante il giorno si inseriscono in elenco decine di altri impegni improrogabili (almeno così sembra!) e si innesca un loop infinito di pensieri da cui non riusco a venir fuori.

Subentra così lo sconforto di non aver portato a termine nessuna delle tre cose che avevo in mente di fare al mattino e dopo lo sconforto, arriva inesorabilmente l’ansia!

Niente panico! Si può imparare a gestire il tempo!

Adesso non corro più, i miei ritmi sono più umani e riesco a gestire il mio tempo in tutta tranquillità. Vi assicuro che dopo aver acquisito un proprio metodo potrete recuperare minuti preziosi per voi e la vostra famiglia. Non importa quanti impegni sono elencati nella vostra checklist purché riusciate ad ottimizzare il tempo che avete.

Per prima cosa vi occorre un supporto.

Che sia digitale o in formato cartaceo non importa. Annotate gli appuntamenti, le cose da fare, le scadenze e infine attuate un piano.

Esistono innumerevoli App per questo (Google Calendar, Keep, Evernote ecc). Consiglio vivamente di utilizzare solo le applicazioni che si possono consultare sia da smartphone che da pc con lo stesso account e che abbiano il servizio backup su cloud per non perdere i dati nel caso in cui dovessimo fare un reset del nostro smartphone causa rottura o smarrimento.

Se invece siete tipi “vecchio stile” potrete scegliere l’agenda che fa per voi.

Io da qualche anno utilizzo una Legàmi settimanale che si presenta con una pagina a sinistra per i giorni della settimana, e una pagina a righe a destra per le mie checklist. Questa agenda ha anche la visione mensile e una decina di pagine a righe che si adattano perfettamente alle bucket list e agli habit tracker che voglio realizzare.

Ve lo avevo mai detto che sono una planner-addict-seriale?

Il formato dell’agenda che utilizzo è A6 personal poiché resta molto pratico da portare con me in borsa tutti i giorni. A casa invece ho realizzato il mio Home Binder formato A4 per la raccolta di tutti i prospetti e i planner utili alla gestione della casa.

gestire il tempo agenda

Queste sono le ultime tre “amiche-da-borsa”, quelle che mi hanno aiutato a organizzare il mio tempo e i miei impegni per gli anni 2016 -2017 -2018. Ogni anno stesso formato e stessa impostazione, ma una cover diversa, motivante, originale…curiose di conoscere quella che mi accompagnerà per tutto il 2019? Sono molto indecisa tra quella con i Cactus e la frase “Can’t touch this” oppure quella con le Mongolfiere “Follow your dreams, they know the way” o ancora quella con i Lama “No drama, Llama!” Voi quale scegliereste?

Già lo immagino, sarà una scelta molto ardua per me!!! 😀

Tuttavia le numerose app sullo smartphone e l’agenda a volte non bastano da sole ad ottimizzare e risparmiare tempo. Ho avuto bisogno di adottare altre due condizioni essenziali, senza le quali sarei lì ancora a correre trafelata contro il tempo.

Trascurare e delegare.

Trascurare le cose meno importanti, quelle che “le farò prima o poi, ma non oggi”.

Delegare gli impegni urgenti ma che, anche volendo, non riesco proprio a svolgere.

Il tempo è una tra le cose più preziose che abbiamo. Dobbiamo prendercene cura e per farlo dobbiamo imparare a gestirlo, ad ottimizzare i momenti più tranquilli e a rallentare i ritmi più frenetici. Solo così arriveremo a fine giornata sereni e soddisfatti delle nostre capacità organizzative.

Infine, sul web ho scoperto una risorsa molto utile per chi ancora non avesse trovato il proprio metodo di gestire il tempo.

Vi consiglio caldamente di dare un’occhiata a tutto il sito di Marisa. Credetemi vi sorprenderete di quante risorse utili ci sono: dalle ricariche/refil per le agende ai prodotti personalizzati di cancelleria e oggettistica, dalle consulenze ai corsi online.

Il blog si chiama “Una Vita a Colori” e già il nome dice tutto. L’ultima novità prevede un corso online

Si tratta del Videocorso Online Per Imparare ad Organizzarsi

Questo corso si compone di 7 lezioni con video e pdf da scaricare. Si parte dalla base della gestione del tempo, da una accurata analisi di come questo viene utilizzato fino ad arrivare a come si pianifica e come si utilizza l’agenda.

Il Corso “Impara a organizzarti con l’Agenda” è disponibile sul sito di Marisa Una Vita a Colori

>>> Vai al Corso <<<

…e tutto il tempo che risparmierai potrai utilizzarlo a fare altro!

gestire il tempo

Organizza la tua casa (e la tua vita) con Pinterest

Pinterest
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Per chi ancora non lo conoscesse, Pinterest è un social che aggrega idee, tutorial, risorse in una grande Board (lavagna), la tua.

Il bello di questo social è che puoi scegliere di seguire gli altri utenti o semplicemente una delle loro bacheche, di mettere i like agli argomenti e alle foto che più ti piacciono oppure di salvarli (pin) sul tuo profilo.

Andiamo per ordine:
1. Registrati. Puoi accedere con il tuo login di Facebook o Gmail oppure registrarti con una nuova email e password.
2. ‎Crea la tua Board e organizza le tue bacheche secondo i tuoi gusti o preferenze. Ogni bacheca, al suo interno, può contenere delle sotto-sezioni (esempio la bacheca Ricette al suo interno potrà avere le sezioni Dolci, Vegan, Light, FingherFood, ecc)
3. ‎ Ora cerca con la lente un argomento (esempio ‘pulizie di casa‘) e segui, metti like o salva ciò che ti piace. Vedrai che in breve tempo anche tu verrai seguito dai follower che troveranno utile gli elementi che hai salvato sulla tua bacheca.
5. ‎ Appena avrai inserito dei contenuti invita i tuoi amici e contatti a visitare la tua bacheca e a mettere un like.
6. ‎ Quasi tutti i blog hanno ormai  la funzione Pin sulle immagini presenti nei loro articoli. Se stai navigando in internet e trovi un’immagine che ti piacerebbe avere sulla tua bacheca, cerca il pulsante Pin di condivisione. Oppure, se utilizzi Chrome come browser, scarica l’estensione di Pinterest in modo da avere sempre a portata di click il pulsante Pin.

pinterest

Adesso organizziamo la casa con l’aiuto di Pinterest!

Con Pinterest puoi :

  1. Catalogare le tue ricette già collaudate, dividerle per menù, per tipo di alimenti, per occasioni particolari. Avrai così il tuo ricettario online, che potrai consultare da pc, tablet o smartphone ogni volta che lo vorrai.
  2. Raccogliere in una Board dedicata tutti i planner stampabili utili alla gestione domestica. Ad esempio i planner menu, i prospetti utili alle faccende domestiche, schede tecniche su come smacchiare il bucato o come procedere al cambio di stagione organizzando il guardaroba con idee pratiche e funzionali.
  3. Puoi catalogare le foto dei tuoi viaggi sotto la bacheca Travel oppure cercare su Pinterest i luoghi ancora da visitare e salvarli sotto il nome Bucket List Travel
  4. Nella bacheca Arredamento salverai le immagini di ispirazione se sei in procinto di ristrutturare o arredare la casa, confrontando i colori e gli arredi.

Potrei continuare all’infinito. Appena fatta l’iscrizione, credimi ti si aprirà un mondo, un mondo di ispirazione per qualsiasi argomento tu sia interessato. Il Natale, l’abbigliamento glamour, i manifesti, le decorazioni fai da te, qualsiasi arte creativa come la musica, la pittura, il disegno.

Se hai un blog troverai infografiche utili alla gestione del tuo sito e la condivisione nei social (ad esempio, a tal proposito io seguo questa Bacheca fantastica), se ti piace tenerti in forma troverai le schede di allenamento workout, o le ricette per estratti di frutta o verdura e i consigli utili per una sana alimentazione.

Insomma, non ti sei ancora registrato? Ti aspetto nella mia Board, ricambierò con piacere la tua visita!

Pinterest

E’ arrivato il momento di ordinare e catalogare i libri che ho in casa

ordinare e catalogare i libri
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Se continuerò a comprare libri senza dar loro una sistemazione adeguata mi ritroverò sommersa dalla carta stampata!

Sì, perché, malgrado abbia nel cassetto il Kindle sempre carico, sfogliare le pagine di un libro resta per me uno dei più grandi piaceri della vita. Come bere il caffè al mattino in silenzio, come passeggiare a piedi scalzi su un prato oppure sentire il calore della sabbia sotto i piedi una sera d’estate al mare.

Insomma, da quando sono stata “posseduta” dalla mania di Konmarizzare casa (vedi effetto Marie Kondo da Il magico potere del riordino) l’unico spazio in casa che non sono riuscita ancora a ripulire è proprio la libreria. La nostra Marie Kondo ci insegna infatti a lasciar andare gli oggetti che non ci danno più piacere assaporando così la sensazione di pulito e fresco che abbiamo solo dopo aver buttato soprammobili e suppellettili inutili.

I libri no. Non ci riesco. Non che non ci abbia provato ovviamente. Ma proprio non riesco a farli uscire dalla porta di casa. Tempo fa ho voluto pulire a fondo la mia libreria (3mt di larghezza x 2mt di altezza). E’ stato un lavoro lungo e faticoso ma al tempo stesso gratificante. Era mia intenzione fare spazio dal momento che le mensole ormai erano colme di libri e ho impiegato circa una settimana per terminare il lavoro.

Inutile dire che lo spazio rimasto è appena sufficiente per i prossimi due acquisti, così dovrò assolutamente trovare il modo di ampliare la mia libreria! Come? Semplice ho deciso che mi farò costruire una libreria su misura in cartongesso, disegnata da me, in modo da prevedere spazi diversi per le edizioni più ingombranti e quelle tascabili!

Di seguito le mie operazioni di “declutter libreria“:

  1. Prima di tutto ho svuotato completamente gli scaffali posizionando tutti i libri in un angolo, dentro alcune scatole di cartone.
  2. Ho pulito per bene le mensole in legno passando prima un piumino per la polvere tipo Swiffer, poi un panno inumidito con acqua e aceto in parti uguali. Infine ho passato un panno di lana morbida per asciugare e lucidare bene.
  3. Ho disegnato uno schema su un foglio a quadretti riportando esattamente la mia libreria e annessi scaffali. Ho deciso quindi le categorie dei libri posizionandole prima sulla carta, Thriller, Storici, Romance, Narrativa, Ragazzi ecc considerando anche le edizioni economiche, quelle tascabili e quelle “limited edition”.
  4. Poi ho cominciato il lavoro certosino di archiviazione di ogni libro presente con la speranza (vana!) di poterne escludere qualcuno e fare spazio.
  5. Sul mio smartphone ho scaricato l’app Codex che mi ha permesso di codificare tutti i libri semplicemente scansionando il codice a barre. Ho potuto aggiungere nel database le cover e delle note tipo “dato in prestito”, “da leggere”, “rate/voto” ecc. Sulla stessa applicazione ho assegnato la categoria e la mensola della libreria dove poi ho riposto il libro. Questo mi permetterà, al bisogno, di trovare il libro con un semplice click.
  6. Ho spolverato ogni libro con un vecchio pennello da make up. E’ assolutamente vietato utilizzare qualsiasi tipo di panno, asciutto o inumidito. La polvere si fisserebbe irrimediabilmente tra le pagine!
  7. Dei miei oltre 450 volumi sono riuscita a scartare sì e no 10 libri in tutto che ho regalato ad un asilo nido (tre favole per bambini!), ad una scuola (due atlanti mondiali), al Mercatino dell’Usato (quattro libri di narrativa che non ho mai apprezzato) e a una mia amica un libro di cui avevo già una copia.

Un posto d’onore nel primo scaffale della mia libreria ce l’ha naturalmente il mio libro “La Casalinga Ideale” che vi consiglio di leggere se non lo avete già fatto! 😀

>Acquista su Amazon in versione cartacea e digitale<

Ora i miei libri non sono più polverosi e disordinati. Certo, avrò sempre con me il mio Kindle per le vacanze, gli spostamenti, le lunghe attese dal medico, ma a casa, sul divano davanti ad una tazza di tè continuerò a circondarmi di volumi e di libri dai titoli e dalle copertine affascinanti!

ordinare e catalogare i libri

Il Dilemma del Millepiedi, come gestire lo stress #PensaPulito

il dilemma del millepiedi
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Sei stressata? E’ un periodo della tua vita in cui credi di restare intrappolata nei compiti “domestici”? La vita casalinga ti opprime?

Il frigorifero vuoto, le idee per pranzo e cena, zero. La polvere che si accumula. Le bollette da pagare incombono e la cesta dei panni sporchi sta quasi per esplodere. Eppure non stai mai ferma, ti alzi al mattino, fai, corri, fai, cucini, stiri, fai, spolveri, lavi, fai…fai…fai…. ma evidentemente non “fai” abbastanza…

Spesso e volentieri succede! Gli impegni si moltiplicano e non riesci a stare dietro a tutto. Allora ti guardi intorno e ti confronti con le altre, le amiche, le mamme degli amici di tuo figlio e ti chiedi:

“Ma come fanno a far tutto?”

Così pensi di essere tu quella sbagliata, di non essere in grado di gestire tutto e bene, di perdere tempo e di non concludere nulla.

Invece no! Niente di più falso! Occorre solo fermarsi, chiudere gli occhi, respirare profondamente e ripartire.

Metti un punto, vai a capo. Non guardare l’insieme delle cose da fare, non pretendere tutto pulito e subito, anzi procedi a piccoli passi, piccoli obiettivi, una cosa alla volta.

I risultati si vedranno in breve tempo!

Il Dilemma del Millepiedi

Un giorno un ragno incontrò un millepiedi che correva lungo la strada,
“Come ci si sposta tanto velocemente, con tutti quei piedi?”

Il millepiedi rispose…
“Non devo pensare troppo per tenerli tutti in fila, ma se comincio a concentrarmi saranno aggrovigliati tutto il tempo! “

Insomma come dire, smettila di stressarti con il lungo elenco di cose da fare, anzi se ti mette ansia stilare una checklist non farlo! L’importante è che tu svolga i tuoi compiti senza procrastinare, senza pensarci su!

Un nuovo articolo della serie #PensaPulito.

Si adatta infatti alla filosofia di vivere la vita in funzione di tutti quei valori che ci fanno star bene con noi stessi e con gli altriRispetto, amicizia, condivisione… e il millepiedi questo lo sa.Infatti non si arrende, malgrado gli ostacoli e la difficoltà, lui sorride alla vita e va avanti, dritto per la sua strada e, roba da non crederci, riesce sempre a far tutto! Vuoi vedere che anche il millepiedi… #PensaPulito

Scusa il disordine, ma anche no!

scusa-il-disordine
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

E’ un classico:
Casa pulita, non viene nessuno a trovarci per settimane.
Casa in disordine, ……citofono, ansia, panico, fibrillazione, rassegnazione, imbarazzo. Più o meno in quest’ordine.

Prego accomodati…e scusa il disordine!

Viene sempre qualcuno quando la nostra casa non è al meglio, che sia un vicino di casa, un venditore/consulente, nostra madre, o peggio ancora nostra suocera, “qualcuno” viene sempre.

E non importa se la settimana precedente avevamo smontato casa, rivoltandola da cima a fondo e facendola brillare come uno specchio.

Quel giorno, invece, tutto sembrerà essere fuori posto. Spuntano cose che non vedevate da mesi, si materializzano pantofole spaiate sotto il divano, la polvere sembra posarsi sulla tv proprio nell’attimo esatto in cui quel “qualcuno” suona al campanello.

Se non avete pronto un piano B l’unica cosa da fare è “buon viso a cattivo gioco” e pronunciare così la fatidica frase

“Entra, …e scusa il disordine!”

Tuttavia, per attenuare quella spiacevole sensazione di disagio che ci prende davanti ai nostri ospiti vi darò qualche consiglio utile per vivere con più leggerezza la vita e gli imprevisti che questa ci propone.

  • Ricordate che la vostra casa non è disordinata ma vissutascusa il disordine
    Al contrario di ciò che voi pensate, in una casa disordinata (ma pulita!), l’ospite è molto più a proprio agio. Potrà sedersi comodamente sul divano accanto ai cuscini e ai telecomandi senza preoccuparsi di “spiegazzare” il plaid che trova.
  • Una cesta salva-ordine vi tornerà utile se, nel tempo che trascorre dal citofono alla porta, avrete modo di mettere via tutto il superfluo, nascondendola alla vista ma con l’impegno di riporre le cose appena il nostro ospite se ne sarà andato.
    Se abitate all’ottavo piano (e avrete l’accortezza di occupare l’ascensore), potrete sistemare la casa con una certa tranquillità, ma se, ahimè, abitate al primo piano, mi spiace dirlo ma la cesta servirà a ben poco!
  • Ricordate che fare il letto al mattino e mantenere il lavello della cucina vuoto danno alla casa un aspetto più ordinato fin da subito.
    In fondo non c’è nulla di male a presentare la vostra casa nel pieno delle proprie attività familiari. Giochi sparsi ovunque, dvd, la tortiera infarinata (da qui il gradevole profumo di ciambella all’arancia appena sfornata!), la console dei videogame in bella vista, tutto fa supporre che in quella casa abiti una famiglia felice.

In ultimo vi svelerò un piccolo trucco, quello proprio di riserva, quello che se non trovate su due piedi una scusa plausibile al disordine cronico che regna in casa vostra, sarete etichettate casalinghe-disperate per sempre.
Fatevi trovare sulla porta con grembiule e prodotti per pulire, circondata da mocio e stracci spolvero e pronunciate con un bel sorriso convincente la fatidica frase (rivisitata!!):

“Entra, …e scusa il disordine, stavo iniziando le pulizie in casa!”

Sarete credibili?

Nel web una volta ho letto una frase che voglio riproporre qui in questo articolo, perché spiega bene il mio concetto di casa-pulizia-disordine, come pure la filosofia #PensaPulito a cui è ispirato questo articolo.

#PensaPulito è l’iniziativa promossa da Folletto per vivere secondo i principi di lealtà e onestà, valori positivi in famiglia da poter trasmettere anche agli altri.

“La mia casa è abbastanza pulita per essere sana e abbastanza sporca per essere felice!”

scusa-il-disordine-frase

Idee low cost per una baby festa di compleanno

baby-festa-di-compleanno
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

I bimbi, si sa, amano festeggiare il loro compleanno in compagnia dei loro piccoli amici.

Eppure non è mai facile intrattenere i bambini piccoli e non è affatto facile risparmiare!

Bisogna pianificare ogni minimo dettaglio e farli divertire per tutta la durata della festa.

Inoltre, mantenere il budget al di sotto di una certa cifra non sarà difficile se decideremo di…

  • Organizzare la festa in casa o al parco anziché cercare una location (risparmio circa 80/100 euro)
  • Preparare pizzette e hot dog invece di ordinare un servizio di catering (risparmio circa 50/60 euro)
  • Rinunciare all’animatore, proponendo giochi e musica karaoke (risparmio circa 80 euro)

Ma a parte questo come possiamo intrattenere i nostri piccoli ospiti senza essere costrette a mascherarci noi stesse da clown?

Far finta di essere ad una festa al Luna Park facendo preparare dolci e biscotti ai bambini che si divertiranno ad impastare e confezionare i dolcetti …e che poi porteranno a casa al termine della festa.

Se si decide di festeggiare il compleanno di più bambini, allora si potrà optare, condividendo le spese, per la classica fontana di cioccolato, oppure per la macchina per fare lo zucchero filato, che potrete trovare online, a prezzi ormai non proibitivi. Immaginate lo stupore di tutti gli invitati quando in pochi minuti avranno tra le mani il loro bastoncino di zucchero filato?

La festa a tema è sempre apprezzata! Potrete decidere per i pirati, star wars, cowboy e i mostri, per i maschietti. Principesse, pigiama-party, make up e fashion moda per le femminucce.

Gli inviti ormai si possono realizzare facilmente con Word a vostro piacimento! Seguite naturalmente il tema della festa cercando su Google le immagini che si riferiscono al soggetto scelto!

Stampate anche decine di disegni e fumetti in bianco e nero. Con due o tre scatole di pennarelli e un grande tappeto potrete tenere impegnati i bambini per lungo tempo.

Potreste ricreare, poi, in casa l’effetto cinema, disponendo sedie e divano davanti la tv, chiudere le tende e preparare i popcorn direttamente in padella che diffonderanno il loro inconfondibile aroma per tutta la casa.

Per il rinfresco scegliete succhi di frutta e bevande deteinate, evitate se potete le bibite gassate.

Pizzette e rustici si possono preparare fin dal mattino. Piccoli panini al latte riempiti di crema spalmabile al cioccolato o al pistacchio saranno sicuramente graditi.

Infine una semplice ciambella al cioccolato che avrete preparato già dal giorno precedente potrà essere farcita con una fantastica crema mascarpone o crema chantilly. Aggiungete qualche ricciolo di panna oppure scrivete il nome del festeggiato con le pasticche colorate al cioccolato!

Insomma non serve affittare locali costosi o intrattenimenti dispendiosi, la baby festa di compleanno i nostri bambini la ricorderanno per tanti e tanti anni ancora!

baby-festa-di-compleanno-1

La mia esperienza con le divertenti P.O. di APOI

apoi
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Prima che mi chiediate cosa sono le P.O. e soprattutto cos’è APOI vi spiego subito a cosa mi riferisco.

P.O. sta per Professional Organizers

APOI è l’acronimo di Associazione Professional Organizers Italia.

A Roma, si è appena concluso il terzo evento nazionale Apoi dal titolo

Impara ad organizzarti…divertendoti!!!

ed io naturalmente ne ho approfittato! Mi sono iscritta on line diversi giorni fa, l’ingresso infatti era gratuito!

apoi

Poi, puntuale sono arrivata alle 15.00 per trascorrere un intero pomeriggio al’insegna dell’organizzazione, space clearing, decluttering, e tutto ciò che ruota intorno alla casa, lo stress da cambio di stagione, lo spazio ridotto e i tempi ristretti, il cambio di stagione imminente.

Appena arrivata, dopo aver registrato il mio ingresso ho avuto in omaggio una coloratissima shopping bag e subito ho partecipato allo spazio Casa Organizzata affrontando, in collaborazione con Domopak Space Living, il cambio di stagione con i consigli di Selina e Francesca.

A parte i numerosissimi consigli per non stressarmi troppo davanti all’armadio, ho imparato un simpaticissimo rimedio per catalogare le scarpe e che voglio condividere con voi:

Procuratevi una scatola per le scarpe. Basterà fotografare le scarpe de riporre e applicare le immagini sulla scatola. La foto dei sandali estivi da un lato, quella delle scarpe da trekking dall’altro. Ad ogni cambio di stagione basterà capovolgere la scatola per avere a portata di mano l’indicazione e riporre così le nostre scarpe senza pensarci troppo!

etichettatriceTra uno spazio e l’altro mi sono imbattuta nelle etichettatrici Brother. Non erano in vendita ma mi riprometto di fare presto questo acquisto.

E’ necessario, quasi indispensabile!

No, non è vero, si può vivere anche senza! Ma volete mettere i faldoni dell’archivio e delle bollette perfettamente intestati, le etichette sui libri e sui quaderni di vostro figlio, grembiuli e tute opportunamente identificate, scatole e barattoli perfettamente etichettati nel loro contenuto, foto perfettamente catalogate. Insomma non credete anche voi che questa spesa abbia un senso?

In un altro spazio ho ascoltato attentamente i consigli di Silva e Greta per lo Space Clearing e il Declutter, due valide strategie di ottimizzazione degli spazi.

Alle 16.00 ho prenotato una consulenza personalissima con il P.O. Sergio che mi ha dedicato mezz’ora del suo tempo dispensando preziosi consigli. L’argomento che gli ho sottoposto è stato come “ritagliare” spazio e tempo necessari alla pseudo-attività-lavoro che svolgo da casa tra cucina, faccende e famiglia da gestire. Inutile dire che il primo consiglio è stato: “Smetti di rispondere alle email alle 3 del mattino! Piuttosto ritaglia due ore di tempo, tutti i giorni, alla stessa ora in cui, senza distrazioni, potrai gestire il lavoro e gli impegni” …Prometto che ci proverò!

Nel corner “Sfrutta gli Spazi” Natalia e Valentina mi hanno insegnato che

Ogni spazio è buono!

…e che l’80% della confusione che c’è in una casa non dipende dall’assenza di spazi disponibili ma dalla mancanza di organizzazione.

Allora via con divisori, mensole, nicchie, scaffali, piccoli contenitori e grandi idee salva spazio.

E’ stato bello osservare l’entusiasmo e la dedizione di tutte le P.O. partecipanti, tra queste Linda di Nuove Abitudini.

Conoscevo già il suo sito, le immagini dai colori tenui scelte con cura, le citazioni sempre attinenti, i consigli preziosi, mai buttati lì a caso ma assolutamente “organizzati”.

Un selfie e una stretta di mano, con l’augurio di incontrarci di nuovo in internet o in qualche altro evento simile.

apoi

PS: mi è dispiaciuto non aver potuto acquistare il libro di Sabrina Toscani dal titolo Facciamo ordine in casa, nel lavoro, nella vita

Rimedierò!!!

 

buzzoole code