fbpx

Tag Archives: rimedi

Coca Cola, 11 utilizzi strategici in casa!

coca cola 11 strategie
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Non a caso è la bevanda più conosciuta al mondo!

Ma anche la più demonizzata dalle mamme (non è veleno, purché non se ne abusi!)

Sono circa un miliardo le lattine che ogni giorno vengono vendute nel mondo, senza contare le bottiglie in vetro e in plastica.

Parliamo di Coca Cola ovviamente!

Sono un’inguaribile romantica e mi piace pensare che la ricetta originale possa essere proprio >>> questa

La combinazione di ingredienti super segreti fa sì che in ogni casa ci sia spesso una Coca Cola in dispensa.

Per lo stesso motivo io la tengo sotto il lavello, indovinate perché.

  1. Versata in uno spruzzino combatte efficacemente i parassiti di piante e fiori.
  2. State tinteggiando le pareti di casa? Rimuovete le macchie di vernice da mobili e pavimenti strofinando delicatamente con una spugnetta imbevuta di Coca Cola
  3. Come l’aceto anche la Coca Cola riesce brillantemente a far brillare (scusate il gioco di parole, ma rende bene l’idea!) il bollitore ormai pieno di calcare. Basta versarne un po’ nel bollitore e portarlo a temperatura. In seguito svuotarlo e passare una spugna umida per rimuovere i residui. Ripetere l’operazione se necessario.
  4. Ormai il rimedio della Coca Cola nel water è risaputo, ma per chi non lo conoscesse: contro le incrostazioni di calcare, asciugare l’acqua del wc, versare una lattina di Coca Cola e lasciar agire tutta la notte. Provare per credere.
  5. Disostruire lo scarico del lavello non sarà un problema! Prima di acquistare prodotti troppo aggressivi e costosi provate con la Coca Cola.
  6. Scaldare il fondo della padella bruciata in cui avremo versato un po’ di Coca Cola. Lasciate agire mezz’ora e poi lavare come consuetudine.
  7. Contro le macchie di unto, grasso, inchiostro e sangue, quando ormai avete perso ogni speranza di risolvere il problema, provate a versare mezzo bicchiere di Coca Cola insieme al detersivo della lavatrice. Per le macchie ostinate pre trattare. Avviate il programma e scoprite il risultato. Se non avrai risolto il problema delle macchie sicuramente avrai eliminato i cattivi odori della lavatrice!
  8. A volte la gomma da masticare fa tanti di quei danni, eppure potrebbe bastare un po’ di Coca Cola ad inumidirla per districarla dai capelli o dai tessuti
  9.  Se vorrai rimuovere della ruggine prova ad utilizzare un foglio di alluminio e la Coca Cola.
  10. In auto potrai passarla sul parabrezza per rimuovere macchie ostinate di resina oppure potrai pulire i contatti della batteria quando questi si saranno ossidati
  11. Allentare una vite ormai arrugginita non sarà più un problema con un po’ di Coca Cola.

Casa Perfetta senza Fatica!

casa-perfetta-senza-fatica
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Casa Perfetta senza Fatica! – Come evitare e risolvere piccoli guai casalinghi.

Uhm, il titolo mi è sembrato subito un po’ azzardato. Le parole “perfetta” e “senza fatica” fanno un po’ a cazzotti tra loro.

Ciò non mi ha impedito però di acquistare questo libro su Amazon perché 1) era in promozione! 2) la curiosità, dettata dalla cover e dall’argomento a me caro, è stata davvero tanta.

In realtà non si tratta di un libro ma di una raccolta di cinquanta schede suddivise in cinque categorie:

  1. ordine e organizzazione
  2. pulizia e igiene
  3. piccole manutenzioni
  4. piccoli risparmi
  5. una casa accogliente

Appena letto il sommario ho deciso che, una a una, avrei studiato tutte le schede mettendo i pratica i suggerimenti dati.

Per alcuni argomenti, lo confesso, i consigli sono risultati un po’ scontati e banali. L’uso del bicarbonato, ad esempio, comincia a essere un po’ inflazionato ma per un neofita della casa può essere la “scoperta del secolo”!

Eppure, spulciando pian piano tutte le schede ho trovato preziosi consigli tutti da imparare: come fare l’orlo, come scegliere i punti luce più adatti per ogni ambiente, come eliminare una crepa dal muro, come sostituire una spina elettrica o montare un interruttore, come utilizzare un trapano (mai fatto in vita mia!🤷 Devo provvedere!!!), cosa non deve mancare in dispensa o nella cassetta degli attrezzi, come risolvere il problema del lavandino intasato o aggiustare un rubinetto che perde e via dicendo. Tutte cose che si trovano facilmente anche in rete su youtube, è vero, eppure se conosci qualcuno che si appresta ad andare a vivere da solo, questo libro potrebbe essere per lui un simpatico regalo e un valido supporto.

Uno studente fuori sede, una giovane coppia che casa perfetta senza faticava a convivere, un trasloco imprevisto, ecco alcune delle situazioni per cui questo libro potrebbe diventare quasi una “necessità”!

TITOLO : Casa Perfetta senza Fatica!

SOTTOTITOLO : Come evitare e risolvere piccoli guai casalinghi

N.PAGINE : 50 schede

FORMATO : 14,5 cm x 10,5 cm

COSTO : su Amazon € 9,24

>>> Acquista Online <<<

Filtrissimo: liberi e felici di godere il proprio giardino [Guest Post]

filtrissimo
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

La zanzara è un insetto fastidioso per vocazione ed è anche vettore di diverse malattie virali, in particolare quelle causate da arbovirus, tra cui la Chikungunya, la Dengue, la febbre Gialla ed alcune Encefaliti pericolose per l’uomo.

Le zanzare sono la causa di morte più frequente per l’essere umano rispetto ad ogni altra specie animale.

Hanno un olfatto acuto perché percepiscono il nostro odore a più di 100 metri di distanza. Gli elementi che ci rendono riconoscibili sono rappresentati dall’attività fisica perché le zanzare percepiscono l’acido lattico e altre sostanze chimiche espulse con il sudore, dall’alcol perché aumenta la temperatura corporea ed infine dalle colonie batteriche che risiedono nelle caviglie e nei piedi.

7 rimedi per eliminare le macchie di vino rosso

vino rosso macchia
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Tra le macchie più ostinate da trattare quella di vino rosso è una delle più comuni.

Come per tutte le macchie, più l’intervento è tempestivo, migliori saranno le possibilità di rimuoverle totalmente.

Esistono diversi rimedi, alcuni più efficaci, atri un po’ meno ma direi di iniziare subito con il sale.

  1. Cospargere la macchia di vino rosso con del sale da cucina. Lasciar agire dieci minuti e risciacquare bene con acqua tiepida (non bollente!). Poi lavare come d’abitudine. Questo rimedio è efficace solo sulle macchie “fresche”.
  2. Il dentifricio è invece un ottimo pre trattante soprattutto per le macchie di vino già “asciutte”. Fate però attenzione al potere sbiancante che potrebbe scolorire alcuni tessuti se troppo delicati.
  3. In alternativa a questi metodi, potete pre trattare con il panetto di sapone di Marsiglia, inumidito, e passato sulla macchia prima di lavare in lavatrice o a mano. Questo rimedio vale sia per le macchie recenti sia per quelle più datate.
  4. Un altro rimedio valido è utilizzare del sapone liquido a cui avrete aggiunto qualche goccia di limone.
  5. Anche l’acqua ossigenata, mescolata al sapone liquido in parti uguali, rientra tra i metodi più efficaci per smacchiare le tovaglie dal vino rosso.
  6. Bicarbonato e amido di mais, mescolati insieme in parti uguali, sono un ottimo pre trattante. Sciacquare abbondantemente e poi lavare come d’abitudine.
  7. Se siete al ristorante e siete sprovvisti di qualsiasi prodotto qui sopra descritto, l’acqua frizzante sarà sicuramente d’aiuto.

 

 

 

 

 

 

Zanzare, se le conosci le eviti!

zanzare
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Sapevate che tra le fastidiose zanzare, sono sempre e solo le femmine a succhiare il nostro sangue? Proprio così!!

E che  i maschi vivono dai 10 ai 15 giorni, mentre le femmine da 1 mese a 4-5 mesi?

Tante le curiosità intorno alla nostre “amiche” zanzare, l’incubo di ogni nostra estate! Per esempio in Italia sono state identificate circa 70 specie diverse di zanzare, tutte con caratteristiche e abitudini diverse.

E’ bene comunque sapere che l’habitat ottimale per la riproduzione delle zanzare è l’acqua stagnante pertanto per difenderci dai loro attacchi notturni e non solo, svuotiamo i sottovasi e eliminiamo tutti gli eventuali ristagni di acqua.

Nei vasi dove l’acqua non può essere rimossa mettete un filo di rame. Questo impedirà alle zanzare di riprodursi!

Ma se ci troviamo di fronte alle ormai larve dobbiamo intervenire in maniera più incisiva. Esistono in commercio numerosi prodotti utili all’eliminazione di larve e zanzare. Pastiglie effervescenti, zanzariere, emanatori di ultrasuoni e repellenti come creme e spray.

Se poi vogliamo affidarci alla prevenzione “ecologica” circondiamoci di piante che disturbano e allontanano le zanzare. Stiamo parlando di citronella, gerani, calendule, lavanda e basilico. Via libera allora a vasi e fioriere disposte vicino alle porte e alle finestre!

Volete realizzare uno “zampirone” efficace e gradevole alla vista e all’olfatto?

Recuperate un vaso di vetro e riempitelo con i seguenti ingredienti:

Qualche goccia di olio essenziale di lavanda, una/due fette di limone, un rametto di rosmarino, uno di lavanda, 2/3 foglie di menta, e infine una candela galleggiante, che una volta accesa propagherà un piacevole profumo che allontanerà le zanzare dalla nostra tavola.

Malgrado i nostri accorgimenti le zanzare sono sopravvissute e prepotentemente sono entrate in casa? Al mattino ci svegliamo con un fastidiosissimo prurito dovuto alla loro puntura?

Usate solo uno di questi accorgimenti per alleviare il prurito e il rossore:

  • ghiaccio, attenua il prurito e rinfresca
  • dentifricio, possibilmente al mentolo
  • miele e bicarbonato, mescolati in un’unica soluzione (il miele è un efficace antibatterico)
  • limone, lenisce gonfiore e prurito
  • cipolla, antinffiammatoria
  • aglio, secondo i “rimedi della nonna” attenua il rossore e il prurito
zanzareSe ne è parlato molto qui: “Zanzare… Che problema?!” organizzato da Federchimica – Assocasa – svoltosi presso l’Orto Botanico di Brera con l’entomologo Dott. Andrea Drago e con il Dott. Pierpaolo Zambotto

Tutte le info su Puliti&Felici  – Le zanzare: impariamo a conoscerle e a difenderci

Per chiarire qualsiasi dubbio twittate con l’ hashtag ufficiale #facciobene di Puliti&Felici: gli esperti risponderanno ad ogni richiesta nel più breve tempo possibile!

7 usi alternativi dello smalto trasparente

smalto trasparente
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Oggi voglio proporvi queste sette quattordici curiosissime idee per utilizzare lo smalto trasparente che di solito abbiamo in casa.

Partiremo dall’uso alternativo più “conosciuto”, ossia quello di riparare i collant smagliati per poi scoprirne altri davvero curiosi:

1) State per uscire di casa, siete in ritardo, e vi accorgete che i collant che indossate sono smagliati? Una goccia di smalto trasparente basterà a fermare la smagliatura così la serata sarà salva.

2) I vostri occhiali sono diventati scomodi perché le asticelle si sono improvvisamente allentate? Una goccia di smalto trasparente sulle viti e sembreranno nuovi.

3) Una minuscola quantità di smalto trasparente sul filo che tiene cuciti i bottoni delle camicie impedirà ai bottoni di staccarsi e noi eviteremo di rispondere alla classica domanda “non sai nemmeno attaccare un bottone?”

4) Lo smalto trasparente passato sui tasti della tastiera del pc (attenzione a non far scivolare lo smalto all’interno!) impedirà ai caratteri di scolorirsi nel tempo.

5) In mancanza della colla stick si può utilizzare lo smalto trasparente per chiudere ad esempio le buste da lettera.

6) Se i bijoux di bigiotteria tendono a diventare neri macchiando la pelle a contatto, passeremo un velo di smalto trasparente  che formerà così una patina protettiva.

7) Se usate mettere lo smalto di qualsiasi colore scuro (nero o blu) sulle unghie, prima, passate la base di smalto trasparente. Questo eviterà di ritrovare le unghie ingiallite dai pigmenti scuri dello smalto.  (grazie Claudia Reggae – Facebook)

8) Passare lo smalto trasparente nei punti dello stendibiancheria in cui è venuta via la vernice… per evitare eventuali segni di ruggine sui capi bagnati! (da Strepto Cocco – Facebook)

9) Se usate scrivere i biglietti di auguri, potete rendere lucide le scritte e le decorazioni con una passata di smalto.   (da Barbara Giacomelli – Facebook)

10) Potrete fissare meglio strass e piccole borchie sui vestiti con una goccia di smalto trasparente per evitare che si stacchino col primo lavaggio in lavatrice.  (da Barbara Giacomelli – Facebook)

11) Con gli smalti colorati si possono dipingere i piccoli vasetti di yogurt in vetro o omogeneizzati per farli diventare simpatici porta candele estivi. (da Barbara Giacomelli – Facebook)

12) Avete presente i segnalibro in stoffa che sono nei diari dei nostri figli? Per non farli sfilacciare in due giorni di scuola, se si stende lo smalto trasparente sul bordo, restano intatti. (da Barbara Giacomelli – Facebook)

13) Come sopra, aggiungo io, una passata di smalto trasparente sui lacci delle scarpe quando perdono il capo e rischiano di diventare sfilacciati.

14) Un ottimo consiglio ci arriva da Nadia Pellizzari (Facebook): passate lo smalto trasparente sul filo di collane e braccialetti. Sarà molto più facile infilare le perline…

 

smalto trasparente

 

Piccoli guai natalizi e Donna Moderna

piccoli guai natalizi
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Nel numero di questa settimana di Donna Moderna (1/2015) si parla di “Pronto Soccorso per i PICCOLI GUAI NATALIZI” con i consigli dettati da La Casalinga Ideale.

Il micio di casa che dà l’assalto all’abete, i bambini che rovesciano le candele sulla tovaglia. Non farti rovinare la giornata, rimedia con i consigli di Giorgia Giorgi, ideatrice del blog www.lacasalingaideale.it

Per tenere lontano il gatto dall’albero. Se hai un abete vero, cospargi la terra del vaso con del pepe nero o con una manciata di cannella. Se, invece, è un albero finto, avvolgi la base con la carta crespa dei fiorai, poi metti 10 gocce di olio di eucalipto e di olio essenziale agli agrumi in mezzo litro d’acqua e spruzzala tutto intorno. Questi profumi naturali non piacciono al gatto.

Per rimuovere gli aghi di pino senza intasare l’aspirapolvere. Sistema una retina fitta di plastica o di metallo (che trovi nei negozi di bricolage) sotto l’albero, sul pavimento: raccoglierà gli aghi e tu potrai buttarli via in un attimo. E anche se la nascondi con i pacchi regalo, funziona lo stesso.

Per togliere la cera dalla tovaglia della nonna. Posiziona un sacchetto di carta del pane sulla macchia, premendo col palmo della mano per farlo aderire bene. Scalda il ferro da stiro e, senza vapore, passa più volte sulla carta. Ripeti l’operazione se sono rimasti dei residui. Ma attenzione a non grattarli via dal tessuto, si macchierebbe.

Annalisa Piersigilli

Donna Moderna 1/2015

Grazie alla gentilissima Redazione di Donna Moderna per la splendida opportunità!!

piccoli guai natalizi

Le Virtù dell’Aceto …dalla A alla Zeta

aceto
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

L’ACETO da sempre è un nostro valido aiutante. In cucina, per la cura del nostro corpo, della nostra casa, per il nostro benessere fisico. Economico ed efficace, soprattutto non inquina!

1. AMMORBIDENTE – Per sgrassare e igienizzare i capi particolarmente sporchi aggiungiamo al normale detersivo due tazzine da caffè di aceto. I panni restano profumati dal detersivo, morbidi senza bisogno di stirarli, disinfettati e infine l’aceto funziona come anticalcare per la lavatrice!

2. ANTITARME – Risulta ottimo come trattamento antitarme se passate uno straccio imbevuto di aceto sui tappeti o cappotti.

3. ARIA VIZIATA – Riempire uno o più contenitori di aceto e nella stanza saranno eliminati l’odore di fumo e di chiuso. Ideale anche per togliere l’odore di vernice dopo aver tinteggiato la casa.

4. BOLLITORI – Per la pulizia periodica dei bollitori riempire per 2/3 di aceto ed 1/3 di acqua, unire una piccola manciata di sale e scaldare. Togliere dal fuoco lasciando agire almeno 12 ore, poi sciacquare bene

5. BUCATO COLORATO – Durante il comune lavaggio in lavatrice aggiungere durante l’ultimo risciacquo 2 tazzine da caffè di aceto. Conserverà più a lungo il colore al vostro bucato.

6. CAFFETTIERA MOKA – Strofinare esternamente con una spugnetta imbevuta di aceto puro e sale fino le incrostazioni o le macchie. Sciacquiamo e asciughiamo per bene. Ogni tanto far bollire la moca con acqua e due cucchiai di aceto. Far bollire dopo solo con acqua.

7. CANE O GATTO – Se il tappeto è stato “bagnato” dai nostri amici a 4 zampe passate un panno imbevuto di aceto.

8. CARTA DA PARATI – per rimuovere più facilmente la carta da parati, preparare una soluzione in parti uguali di aceto e acqua calda.

9. CAPELLI – Nell’ultimo risciacquo aggiungere un bicchiere di aceto e i vostri capelli saranno lucidi e brillanti!

10. CATTIVI ODORI – Eliminate l’odore di candeggina dalle mani non è difficile: basta sfregarle con un po’ di ovatta imbevuta nell’aceto.

11. COLLA ADESIVI – Per rimuovere la colla degli adesivi coprire con un panno imbevuto d’aceto, lasciare agire a lungo, poi sciacquare bene.

12. COMPUTER – L’aceto è più adatto alla pulizia del computer rispetto al comune alcool in quanto (oltre a non aver nessun costo, nel senso che è già presente in tutte le cucine) avrebbe delle proprietà antistatiche tali per cui sarebbe in grado anche di prevenire e contrastare i fastidiosissimi e frequenti accumuli di polvere.

13. CONTENITORI PER ALIMENTI – Contro i cattivi odori nei contenitori laviamo con aceto puro, poi sciacquiamo e asciughiamo bene.

14. DOCCIA – Passiamo sul vetro della cabina una spugnetta ruvida imbevuta di aceto puro. Poi sciacquiamo e asciughiamo bene.

15. FORMICHE – Per allontanare le formiche, spruzzare un po’ di aceto lungo i davanzali e sull’uscio di casa.

16. FORNO – Il nostro forno sarà sgrassato, igienizzato e deodorato dopo averlo lasciato intiepidire (35° circa) e passando una spugnetta imbevuta di aceto puro. Ripetere l’operazione finché l’unto non sarà scomparso

17. FRIGORIFERO – Il frigorifero sarà perfettamente igienizzato passando una spugnetta imbevuta di aceto puro. Sciacquiamo e asciughiamo bene.

18. INOX E CALCARE – L’acciaio inox delle pentole o del lavello sarà perfettamente pulito passando una spugnetta imbevuta di aceto. Sciacquare e asciugare.

19. INOX E INCROSTAZIONI – Se restano tracce di bruciato versiamo aceto fino a coprire la parte e lasciamo agire almeno 1 ora prima di pulire.

20. LANA INFELTRITA – Contro l’infeltrimento dei capi in lana, sciacquiamo con acqua e aceto (2 tazzine da caffè per ogni 10l d’acqua). Ideale anche per le coperte di lana. Immergendole dopo il lavaggio in acqua e aceto acquisteranno maggior morbidezza

21. LAVAPIATTI – Periodicamente, e soprattutto dopo lunghi periodi di inutilizzo della lavapiatti, fare un ciclo a vuoto versando all’interno un litro di aceto.

22. LEGNO LACCATO – Per il legno laccato, pulire con una soluzione di acqua tiepida e aceto (una tazzina ogni litro d’acqua). Passiamo in seguito un panno morbido e asciuttoaceto

23. MACCHIE – Macchie generiche: tamponare aceto puro con acqua.

Macchie di deodorante: immergere il capo in una soluzione di acqua e aceto prima di lavarlo normalmente (1 tazzina ogni litro d’acqua)

Macchie di fango: raschiare il fango secco, e poi strofinare con acqua e aceto (3 tazzine ogni litro di acqua) tamponare con acqua

Macchie di calce: sfregare con aceto puro e risciacquare

24. MICROONDE – Mettere una tazza contenente metà acqua e metà aceto. Far sobollire per un paio di minuti. Poi passare un panno asciutto sulle pareti. I cattivi odori spariranno subito.

25. ODORE DI CAVOLO – Mettere un pezzo di pane duro bagnato d’aceto sopra il cavolfiore durante la cottura.

26. PAVIMENTI – La polvere e sporco fanno da padroni? Lavate i pavimenti con una soluzione di acqua e aceto (una tazzina da caffè in ogni 5l di acqua). Torneranno puliti, igienizzati, e profumati.

27. PEDICULOSI – Frizionare la cute con poche gocce d’aceto bianco dopo lo shampoo. Risciacquare bene e ripetere una volta la settimana nei periodi più invasi da questi parassiti!

28. PIASTRELLE E MAIOLICHE – Sporco e grasso sulle piastrelle del bagno e della cucina saranno rimossi passando una spugnetta imbevuta di aceto puro.

29. RAME E OTTONE – Per lucidare rame e ottone, prepariamo un composto formato da 2 cucchiai da cucina di sale e 1 di aceto. Raccogliere il composto con una spugnetta, strofinare bene, sciacquare a lungo e asciugare.

30. RUBINETTI E CALCARE – Rubinetti e doccia sono ostruiti dal calcare? Lasciamoli immersi nell’aceto per qualche ora, poi sciacquiamo ed asciughiamo per bene.

31. SANITARI E RUBINETTERIE – Per eliminare il calcare da sanitari e rubinetterie, versare direttamente l’aceto strofinando bene con una spugnetta. Lasciamo agire qualche minuto prima di sciacquare e asciugare.

32. SCARICO OSTRUITO – Per lo scarico ostruito del lavello, versiamo mezzo litro di aceto puro e lasciamo agire qualche ora. In seguito facciamo scorrere dell’acqua calda.

Cricri : Avrei un rimedio x sturare gli scarichi da aggiungere al vostro elenco…provato… efficace…non inquina…ed estremamente economico…altroché’ idraulico liquido!

150 gr di sale grosso – 150 gr di bicarbonato

Versarli nello scarico otturato e subito dopo un tegame di acqua bollente dove avrete sciolto 1/2 bicchiere di aceto bianco…provare per credere!

33. STOVIGLIE – Per sgrassare a fondo le nostre stoviglie è necessario aggiungere un poco di aceto all’acqua per il lavaggio (una tazzina da caffè in ogni 5l d’acqua).

34. TAPPETI E MOQUETTE – Dopo aver utilizzato l’aspirapolvere, passiamo uno straccio imbevuto di aceto puro seguendo il senso del pelo. Non sfregare troppo e cambiare lo straccio se si sporca.

35. TENDA DOCCIA – Per le macchie di muffa sulla tenda/doccia laviamo con acqua e aceto (una tazzina ogni litro d’acqua)

36. VASO DI CRISTALLO – Per rimuovere residui di acqua dei fiori recisi o calcare, versare acqua e aceto in parti uguali e dei cubetti di ghiaccio. Scuotere energicamente, lasciare agire e sciacquare bene.

37. VETRI E CRISTALLI – Acqua e aceto in parti uguali per pulire a fondo finestre, lampadari e oggettistica in vetro o cristallo. Molto efficace anche contro le tracce lasciate dagli insetti.

38. VETRI FINESTRE – Per rimuovere schizzi di vernice dai vetri utilizzare l’aceto bianco caldo.

39. VETRI, MONITOR, TV LCD – Per rimuovere eventuali macchie o impronte, utilizzare il panno in micro-fibra leggermente inumidito con ACQUA DISTILLATA o DEMINERALIZZATA, per macchie persistenti, facendo attenzione a non premere troppo aggiungere all’acqua distillata un po’ di aceto bianco.

ATTENZIONE: NON UTILIZZARE L’ACETO SUL MARMO O SUPERFICI DELICATE!!!

buzzoole code