fbpx

Category Archives: estate

Pianificare troppo provoca stress

pianificare troppo provoca stress
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

No, non lo dice la scienza, lo dico io.

Succede infatti che dopo anni e anni di pianificazione accurata delle faccende domestiche e degli impegni, di organizzazione scrupolosa per ottimizzare bene gli spazi in casa, io ad un tratto abbia alzato bandiera bianca. Mi sono arresa.

Per lungo tempo ho pianificato, fatto programmi, organizzato cassetti, armadi e credenze, declutterato abiti, scarpe e ciarpame vario (ma, ahimè, i chili di troppo sono ancora là!), con l’intento di avere sempre più tempo per me, per la mia famiglia e per i miei hobbies.

Il costume intero: un evergreen

Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Sinonimo di eleganza e femminilità il costume intero è sempre presente in tutte le collezioni moda mare che sfilano sulle passerelle di alta moda.

Modello più che centenario, il costume intero fu il primo costume ad essere indossato non soltanto dalle donne ma anche dagli uomini. Questa tipologia di costume da bagno, originariamente, copriva quasi interamente il corpo, ed era, per questo motivo, ritenuto il più “dignitoso”.

Con il passare del tempo però nonostante la moda abbia fatto il suo corso e i gusti siano cambiati, il costume a pezzo unico ha continuato ad essere un must e sinonimo di eleganza, glamour e raffinatezza.

Negli ultimi anni in particolare il costume da bagno intero è rientrato a pieno regime nei trend della moda. Tuttavia non dobbiamo più immaginare i modelli coprenti e poco avvolgenti dei tempi più antichi: i costumi interi sulle passerelle di moda 2019 mostrano una donna sensuale e sicura di sé, pronta ad esprimere la propria personalità al mare oppure in piscina.

Summer List, cose da fare durante l’estate

Summer List - La Casalinga Ideale
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

La scuola è terminata e tuo figlio comincia già col tormentone estivo?

“Ora che faccio?”

Se durante l’anno scolastico l’impegno è stato tanto cerchiamo di non “lasciar” riposare i nostri figli davanti la tv o alle console da gioco.

Proponiamo invece attività divertenti, all’aperto, anche piuttosto semplici, perché no.

Chi è in città di solito iscrive i propri figli ai centri estivi, eppure dopo 15 giorni la frase shock ritorna “Mi annoio! Che faccio?” per non  parlare dell’aspetto economico per nulla indifferente.

Chi vive in campagna o al mare sicuramente è agevolato dal poter stare fuori casa, eppure a parte un gelato  un giro in bici, le idee scarseggiano.

Questo pratico prospetto ti aiuterà a spuntare le attività estive insieme a tuo figlio, decidendo insieme, di giorno in giorno cosa fare.

Le attività sono pensate per i bimbi più piccoli, alcune da fare insieme ai grandi, e per i bimbi più grandicelli che potranno accompagnare i fratellini alla scoperta di giochi e avventure da fare insieme!

Effettua il Download e Stampa questo pratico prospetto in formato A4 pdf, poi depenna man mano le attività svolte!

Summer List

n. 275 amici hanno effettuato il download

Summer List - La Casalinga Ideale

A settembre, quando torno, lo faccio! [Stampabile]

settembre quando torno lo faccio
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Alzi la mano, chi durante le vacanze estive, non ha pronunciato questa frase almeno una volta!

A Settembre, quando torno, lo faccio!

Ebbene, Settembre eccolo qua, arrivato puntuale, solerte e sorridente, come ogni anno a ricordarci le nostre promesse di un mese fa, dettate dalla voglia di rimandare e procrastinare qualsiasi tipo di impegno!

Naturalmente adesso che siamo tornati subentra lo stress da rientro, la sindrome Post-Holiday Blues, insomma l’ansia da prestazione per tutte le cose da fare accumulate durante l’estate.

Settembre è un mese decisivo per iniziare nuovi programmi (fitness, dieta, Casa DOP per le faccende ecc).

Per questo dobbiamo in tutti modi lasciarci alle spalle il ritmo lento delle onde, l’effetto soporifero dell’estate e del sole, cercando vigore in tutto ciò che ci circonda: l’aria frizzantina del mattino d’autunno, i colori accesi e vivaci come l’arancio, il giallo e il bronzo della tintarella appena riportata, le insalate di farro fresche e energetiche, la frutta di stagione che ci sfizia come l’uva, i fichi e poi i cachi, le colazioni energetiche a base di cereali e marmellate.

Ecco, dopo aver trovato e collaudato tutti gli effetti positivi di questo mese, (credetemi, ce ne sono!) il trucco per non soccombere ai nostri doveri “casalinghi” sta nel fare una cosa alla volta, studiare un piano d’attacco, organizzare la giornata e le ore a disposizione!

Questo pratico stampabile vi aiuterà nel distinguere le cose urgenti a cui dare priorità assoluta da quelle comunque importanti ma che potranno attendere qualche giorno per essere completate (ho detto “giorno”, non rimandate troppo!!!)

Dunque, quali potrebbero essere, al rientro delle vacanze i compiti da scrivere in elenco?

Ve ne propongo alcuni, ma voi siete liberi di integrare e/o modificare la mia lista.

  1. Disfare le valigie
  2. Suddividere i capi bianchi, chiari e scuri per le lavatrici da fare. Mantenere aperta l’asse da stiro per ottimizzare i tempi nel riporre gli indumenti già lavati e stesi. Appena riposte le valigie l’asse da stiro deve sparire dalla vostra vista!!!
  3. Chiamare la scuola per la conferma dell’inizio delle lezioni
  4. Acquistare online o in negozio o al mercatino dell’usato i testi scolastici e il materiale didattico
  5. Iniziare il programma #40giorniinordine per non trascurare la vostra casa. Io, periodicamente, stampo il prospetto e scelgo una casellina a caso cercando poi di portare a termine il programma senza seguire l’ordine indicato ma cancellando ogni giorno un compito.
  6. Predisporre il menu di tutta la settimana e stilare la lista della spesa
  7. Ritagliare 30 minuti al giorno per workout o jogging o iscrivetevi in palestra
  8. Verificare risparmi, i conti correnti e iniziare subito con un piano di accumulo ponendo un obiettivo a breve/medio termine (prossima vacanza, weekend in montagna, regali di Natale, ecc)
  9. A questo proposito vi consiglio di tirar fuori tutte le utenze che avete (luce, gas, telefono, abbonamenti tv, ecc) che prevedono un abbonamento e verificare in internet se esistono valide offerte concorrenziali. Anche il conto corrente bancario va rivisto ogni anno poiché nel frattempo potrebbero essere cambiate alcune clausole contrattuali che aumentano il costo di tenuta conto.
  10. Acquistate un’agenda 12 o 18 mesi, scrivete subito ricorrenze, compleanni, spese fisse mensili e annuali, o utilizzate un semplice quaderno dove potrete personalizzare la grafica e gli elementi da ricordare (impegni, film, serie tv, libri ecc) […ma di questo parleremo in un altro articolo molto presto!]

Seguite il piccolo vademecum e completate il prospetto che troverete disponibile nell’Area Download.

Lo stampabile in PDF (formato A4) della Matrice di Eisenhower da inserire nel tuo Control Journal sarà disponibile alla voce “Gestione del Tempo”

Ti ricordo che tutti i download del sito sono protetti da password. Puoi ottenere l’accesso ai download iscrivendoti alla Newsletter.

Matrice-di-Eisenhower

Il caldo purtroppo non è ancora finito, servono nuovi impianti di climatizzazione!

impianti di climatizzazione
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Il caldo non è ancora finito, ma stai pensando di aspettare la prossima estate per installare il climatizzatore?

Non sei il solo. Molti tendono ad installare i condizionatori solo a inizio stagione, ma questo è un errore perché in quel momento i prezzi sono alle stelle e trovare un installatore disponibile non è semplice. 

A inizio estate si concentrano infatti tutte le richieste e i professionisti del settore sono carichi di lavoro.

Tutto questo a volte scoraggia chi ha deciso di climatizzare casa e così inizia a rinviare l’installazione del condizionatore da giugno a luglio e, una volta a luglio, inizia a pensare che l’estate è ormai inoltrata e quindi conviene rinviare il tutto all’anno successivo.

Si finisce così per soffrire il caldo per tutta l’estate e anche ad inizio autunno.

Le condizioni climatiche degli ultimi anni ci stanno infatti dimostrando che l’andare delle temperature è sempre più variabile e imprevedibile.
Ormai possono capitare giornate fin troppo fresche ad agosto e giorni di grande caldo a settembre inoltrato e perfino ad ottobre.
Insomma l’estate può essere molto lunga e le giornate di grande caldo possono arrivare addirittura ad inizio autunno.

Perché lasciarsi cogliere impreparati?

Installare un climatizzatore, oltre a dare la possibilità di refrigerare la casa in piena estate, consente anche di poter rinfrescare l’aria tenendo gli ambienti chiusi.
Un vantaggio non da poco proprio nei mesi di fine estate.
Tra la fine di agosto e il mese di settembre, complice la ripresa dei ritmi invernali, si ricomincia a trascorrere di nuovo molto tempo in casa.

Poter godere del fresco del climatizzatore, tenendo chiuse le finestre, vuol dire impedire l’ingresso in casa di fastidiosi insetti e, qualora si viva in zone rumorose, poter avere maggior tranquillità liberi dai rumori della strada.
É importante ricordare che l’installazione di un climatizzatore deve essere realizzata con attenzione e cura.
Innanzitutto le eventuali forature che saranno praticate nel muro non devono andare a toccare punti strutturali dell’abitazione.
Bisogna poi effettuare l’installazione con le dovute cautele per la sicurezza di chi installa. Spesso infatti occorre collocare il climatizzatore in zone alte e questo può rappresentare un grande pericolo per chi non è dotato delle opportune protezioni del caso.
Infine è utile studiare un posizionamento del climatizzatore che consenta all’impianto di funzionare al massimo dell’efficienza.

Per poter affidare l’installazione del climatizzatore ad uno staff di professionisti è possibile rivolgersi a Yougenio. 
Si tratta di un’azienda che mette a disposizione la competenza del suo personale per lavori domestici di vario genere nelle città di Roma, Firenze, Bologna, Padova, Milano, Torino, Verona e Vicenza.
Richiederne i servizi è semplicissimo. Basta andare sul sito www.yougenio.com chiedere un preventivo o un sopralluogo e concordare quindi un appuntamento per procedere all’installazione di un climatizzatore con Yougenio.
Lo staff aziendale ha competenze trasversali e gli installatori sono dotati di tutti gli strumenti e le competenze per poter collocare il climatizzatore nella maniera più corretta e in totale sicurezza.
Rivolgersi a Yougenio è la soluzione ideale per chi vuole iniziare a godere fin da subito dei benefici del climatizzatore e trascorre anche i colpi di coda dell’estate liberi dal caldo.

Pensa a partire, #PensaPulito

pensa a partire
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Oggi parliamo di partenze.

Con l’arrivo dell’estate, che sia per un solo giorno, un weekend, una settimana o un mese, la partenza è sempre (o quasi!!) fonte di stress!

Per prima cosa l’organizzazione delle valigie!! Se vivi solo si fa presto, se si è in due ci si può organizzare facilmente, ma se si hanno figli o animali domestici la cosa comincia a farsi più complicata.

#PensaPulito, e tutto sarà più semplice. Apprezzare il clima, il tempo da passare in famiglia, i valori più genuini e belli che solo “staccando” un po’ la presa si riesce a provare.

Per qualche giorno dimentichiamo i ritmi frenetici del lavoro e la routine quotidiana, #PensaPulito ci invita a pensare e ad agire nel rispetto degli altri e dell’ambiente che ci circonda.

Non parleremo di cosa portare in vacanza (ne abbiamo già parlato QUI e QUI) ma ci preoccuperemo invece dei dettagli cui pensare per evitare brutte sorprese al nostro rientro.

  1. Svuota il secchio dell’immondizia.
  2. Controlla di aver svuotato il frigorifero. Se il viaggio è lungo preoccupati di pulirlo per bene e di lasciare l’anta semichiusa per permettere all’aria di circolare. Si eviterà la formazione di muffe sulle guarnizioni.
  3. Non ci sarà bisogno di fare grandi manovre per le pulizie profonde. L’importante è lasciare i pavimenti puliti e la cesta della biancheria sporca vuota.
  4. Stacca tutte le prese elettriche. Tv, lavatrici, condizionatori, pc, scaldabagno, ecc In caso di temporali questi apparecchi potrebbero essere danneggiati da eventuali fulmini. Solo il congelatore potrà restare in funzione per ovvi motivi.
  5. Sarebbe preferibile portare con te in vacanza i tuoi amici a quattro (o due!!) zampe. In caso di pesci o tartarughe affidali ad un vicino di casa o un parente che possa pensare a loro in tua assenza. Lascia a disposizione tutto l’occorrente per mangiare e per la pulizia.
  6. Lo stesso vicino di casa, o parente, si occuperà delle tue piante in casa o sul balcone.
  7. Fai ritirare la corrispondenza.

Dopo aver seguito questi semplici passi potrete chiudere la porta di casa e godervi la meritata vacanza fin dal primo giorno! Al vostro rientro non ci sarà alcun motivo di preoccuparsi!

Questo articolo, l’ultimo dei precedenti già pubblicati con il tag #PensaPulito, fa parte di un progetto in collaborazione con Folletto, per aderire ad uno stile vita più semplice all’insegna dell’amicizia e dell’onestà.

pensa a partire

Filtrissimo: liberi e felici di godere il proprio giardino [Guest Post]

filtrissimo
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

La zanzara è un insetto fastidioso per vocazione ed è anche vettore di diverse malattie virali, in particolare quelle causate da arbovirus, tra cui la Chikungunya, la Dengue, la febbre Gialla ed alcune Encefaliti pericolose per l’uomo.

Le zanzare sono la causa di morte più frequente per l’essere umano rispetto ad ogni altra specie animale.

Hanno un olfatto acuto perché percepiscono il nostro odore a più di 100 metri di distanza. Gli elementi che ci rendono riconoscibili sono rappresentati dall’attività fisica perché le zanzare percepiscono l’acido lattico e altre sostanze chimiche espulse con il sudore, dall’alcol perché aumenta la temperatura corporea ed infine dalle colonie batteriche che risiedono nelle caviglie e nei piedi.

Protezione solare, istruzioni per l’uso e la conservazione.

protezione solare
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Facendo ordine nell’armadio ho ritrovato la borsa del mare che tanto avevo cercato tempo fa e che non ero riuscita a trovare.

Ciò significa che sono rimasta indietro con le mie operazioni di riordino, ma questa è un’altra storia!

Ebbene, nella borsa ho trovato un telo, sparito anche lui dalla mia memoria, uno specchietto, un beauty con fasce, mollette e pinze per i capelli, e infine la crema solare utilizzata lo scorso agosto.

Il flacone era intatto e dopotutto l’avevo lasciato al buio in un posto chiuso e al riparo da agenti atmosferici. Eppure quando l’ho aperto l’odore era sgradevole e il colore per nulla invitante.

No, decisamente i solari dell’estate precedente non vanno utilizzati l’anno successivo!

E poiché i solari, di solito, hanno un costo anche abbastanza elevato per l’uso limitato nel tempo che ne facciamo, allora ben vengano i rimedi per non sprecare più soldi in solari scaduti e inutilizzati.

  • La scadenza delle creme solari è abitualmente di 12 mesi dall’apertura. La data di scadenza si trova accanto alla sigla PAO – periodo di validità dopo l’apertura. Al supermercato preferite i prodotti nuovi e le ultime confezioni uscite. In questo modo avremo la certezza che quel solare non proviene da una vecchia resa di magazzino.
  • Le creme solari sono composte da parti di grasso, acqua e filtri solari. Pertanto, quando le porterete al mare o in piscina abbiate l’accortezza di richiudere subito dopo l’uso il flacone evitando di far entrare sabbia, cloro o salsedine. Per questo motivo è consigliabile lo spray solare il cui contenuto non viene mai a contatto né con la sabbia, né con le mani.
  • Il sole e il calore alterano la composizione delle creme quindi conservate i solari in una bustina che andrete a mettere in una borsa frigo.
  • Se acquistate la crema solare all’estero ricordate che il fattore di protezione ha un’altra numerazione, più alta rispetto alla nostra, pertanto un Spf 20 italiano corrisponderà a un Spf 40 americano.
  • Sul mercato esistono dei solari dalla doppia funzionalità, pertanto secondo le esigenze, scegliete dei solari snellenti per combattere la cellulite, solari idratanti e antinvecchiamento contro le rughe, solari waterproof per chi sta in acqua praticamente tutto il giorno, ecc.
  • Se la stagione sta per finire e avete terminato il vostro solare acquistate le confezioni monodose evitando così sprechi inutili di prodotto.

protezione solare

Le creme solari non ci difendono tuttavia dal virus dell’herpes labiale ed è bene sapere che il sole è una delle principali cause di questo problema.

Evitiamo allora il “fai da te casalingo” con magiche pozioni fatte di miele, yogurt, olio, limone o aceto che oltre ad essere inutili possono diventare anche dannose e affidiamo la nostra salute a prodotti specifici per le labbra.

La prevenzione da virus si fa assumendo degli integratori per rinforzare le difese immunitarie prima dell’esposizione al sole.

Per la protezione invece è importante conoscere quali siano i prodotti specifici per proteggere le labbra dalle recidive dell’herpes labiale causate dai raggi UV.

La protezione delle labbra, soprattutto in soggetti che soffrono di herpes labiale recidivante va fatta non solo al mare ma anche in città, in montagna e comunque ogni momento in cui si è esposti al sole e all’aria.protezione solare herpes labiale

Dunque, per la nostra bellezza e il nostro benessere, facciamo tesoro di questi consigli, e se pensiamo di risparmiare utilizzando la crema solare dello scorso anno sappiate che la nostra salute non ne gioverà affatto!

Buona tintarella!

buzzoole code