fbpx

Category Archives: bambini

Nuovo anno scolastico e nuove libertà

nuovo anno scolastico
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Giunge settembre, un mese che desta sentimenti contrastanti in molte persone: se per qualcuno è l’avvento di un nuovo lungo ed estenuante anno di lavoro, per qualcun altro è l’inizio della libertà.

Ebbene sì, perché per le mamme (e spesso anche per i papà) con bimbi piccoli, l’avvento del nuovo anno scolastico è l’inizio di una rinascita.

È abbastanza chiaro che quando i bambini sono piccoli, hanno necessità di cure e lavoro continui da parte dei genitori, ed è proprio per questi motivi che quella estiva, in cui le scuole sono chiuse per circa tre mesi, risulta una fase piuttosto intensa per i genitori.

Summer List, cose da fare durante l’estate

Summer List - La Casalinga Ideale
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

La scuola è terminata e tuo figlio comincia già col tormentone estivo?

“Ora che faccio?”

Se durante l’anno scolastico l’impegno è stato tanto cerchiamo di non “lasciar” riposare i nostri figli davanti la tv o alle console da gioco.

Proponiamo invece attività divertenti, all’aperto, anche piuttosto semplici, perché no.

Chi è in città di solito iscrive i propri figli ai centri estivi, eppure dopo 15 giorni la frase shock ritorna “Mi annoio! Che faccio?” per non  parlare dell’aspetto economico per nulla indifferente.

Chi vive in campagna o al mare sicuramente è agevolato dal poter stare fuori casa, eppure a parte un gelato  un giro in bici, le idee scarseggiano.

Questo pratico prospetto ti aiuterà a spuntare le attività estive insieme a tuo figlio, decidendo insieme, di giorno in giorno cosa fare.

Le attività sono pensate per i bimbi più piccoli, alcune da fare insieme ai grandi, e per i bimbi più grandicelli che potranno accompagnare i fratellini alla scoperta di giochi e avventure da fare insieme!

Effettua il Download e Stampa questo pratico prospetto in formato A4 pdf, poi depenna man mano le attività svolte!

Summer List

n. 275 amici hanno effettuato il download

Summer List - La Casalinga Ideale

Tra pannolini, pappe e connessione a singhiozzo vi presento le Mamme Blogger

mamme blogger la casalinga ideale 1
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

A Marzo, in occasione della Festa del Papà, abbiamo parlato dei Papà Blogger presenti nel web (se hai perso l’articolo, leggi qui).

Oggi invece voglio presentarvi quella categoria di mamme dinamiche, attive e propositive che con l’arrivo della gravidanza si sono reinventate per non cedere alla comodità del divano e che, giorno dopo giorno, hanno acquistato la loro indipendenza (anche dai figli, sì!) dentro e fuori casa.

Sto parlando ovviamente delle Mamme Blogger!

Cosa le distingue da me, da te, o dalle altre mamme?

Loro ci mettono la faccia. Hanno coraggio da vendere quando si tratta di affrontare le critiche, quasi mai costruttive, dei leoni da tastiera.

  • E perché allatti? E perché non lo fai?
  • Vaccini sì o vaccini no?
  • E’ giusto far dormire i figli nel lettone? (Qui mi schiero a spada tratta: Sì, Sì,  e ancora Sì!!!)
  • Metodo Montessori forever? Pure quando infilano i loro ditini nelle prese elettriche?
  • A che età vanno svezzati? 3 mesi? nooooo…. troppo presto, 4 mesi? scherzi, troppo tardi…
  • E i vostri bimbi a che età hanno parlato, gattonato, camminato, rotolato, farfugliato, messo i dentini?
  • Mio figlio ha 45 mesi (cos’è, una forma di parmigiano??), che numero di scarpe porterà?
  • La cacca dei vostri bimbi appena nati di che colore è?????

Mi arrendo, non ce la posso fare!

Ecco perché le ammiro! E come me tanti altri, così tanti che le nostre Mamme Blogger arrivano ad avere tanti tanti  di quei follower che io se me li sogno cado dal letto!

A volte mi piace immaginare di essere una di loro  ma i miei tre “bimbi” sono ormai cresciuti e non credo si presterebbero mai a farmi da “spalla”.

Così mi accontento di seguire loro, le Mamme Blogger, le mie eroine sul web:

Yummy Mom – Laureata in psicologia e specializzata in terapia familiare ( e questa è già una bella premessa), ora vive a Ibiza ed è una wedding planner …oltre che mamma!! Frizzante e vivace lascia trasparire il suo amore per i viaggi e le scoperte quotidiane.

Mamme a Spillo – “Una mamma che, dovendo scegliere tra i figli e la carriera… Ha scelto entrambe!“, mamma di quattro bimbi, lotta ogni giorno per mantenere in equilibrio sui tacchi e… in casa!

Bismama – Serena, nella sua bio, ci tiene a precisare di non essere una mamma perfetta. Se non lo è ci va molto vicina. Mi piace seguire il suo blog, la sua pagina FB, le sue avventure in casa e la sua intraprendenza sul lavoro da casa. Ah…dimenticavo ho avuto anche l’onore e il piacere di essere intervistata da lei, leggete qui >>> La casalinga ideale: esiste davvero? 

Tale Madre Tale Figlia – Diario di una mamma (in) successo. Lei si presenta così, raccontandosi e raccontando la sua vita. Lo fa in chiave ironica, per questo la seguo sempre volentieri nelle sue stories su Instagram, soprattutto quando gira per Roma nei quartieri che conosco perfettamente! Prima o poi un caffè insieme ce lo dobbiamo prendere, ti va? 😀

Mamma …ora che faccio?“Ho dato il via a questo blog perché ero incinta e in cerca di risposte. Cercavo di capire se in giro ci fosse qualche mamma nelle mie condizioni, che si ponesse le stesse domande (“ora che faccio?”)…” …e devo dire che ti è riuscito benissimo! Sei vivace, originale, spontanea …e sono felice di averti conosciuto!!

50 sfumature di mamma – Tre mamme, tre identità diverse, un unico obiettivo: “avvicinare le donne, fare in modo che si sostengano a vicenda, abbattere i pregiudizi e i giudizi e fare finalmente rete. La strada è ancora lunga, ma noi ci crediamo!” …e vi sembra poco???

Mamma al Cubo“Dietro le quinte di Mamma al cubo c’è Deborah, metà mamma e metà ingegnere. 100% planner addicted.”…immersa nei mattoncini lego, il suo motto è “Organizza Creativamente” e lo fa così bene che immagino milioni di mattoncini sistemati in ordine rigorosamente cromatico! Un sogno!

Emotions Mamy – Quando una mamma blogger incontra altre mamme in rete quello che nasce è un Team strepitoso. Bello il blog, bella la scelta delle immagini, belli i loro articoli ricchi di contenuti interessanti. Seguite anche il profilo Instagram, ne vale la pena!

RunningMama – Grazie a lei, al suo blog, al suo essere “mamma-runner”, il passo dal divano alla corsa per me è stato breve. Ho scoperto di avere la forza e la determinazione che non credevo di possedere. Insomma, lei non lo sa, ma è stata la mia mentore quando non credevo di poter correre più di 30 secondi di fila, e lo è tutt’ora. Stra-consiglio la sua pagina e il suo gruppo su FB!

Ricomincio da quattro – …anche se da pochissimi giorni in famiglia son diventati sei! Ma Adri ci spiega che il nome del blog ha poco a che fare col numero dei figli, così, per non rovinare la sorpresa andate a scoprire sul suo blog il significato del titolo che ha scelto anni fa quando ancora non immaginava che la sua vita prendesse direzioni così distanti! Curiosi???

Mamma Che Vita – Ho cominciato a seguire il suo profilo su Instagram, pensate un po’, perché viveva a Bagnara Calabra. Penserete, e allora? Allora una delle mie vacanze più belle l’ho trascorsa proprio lì. Lei è una donna forte e determinata ma l’amore e l’emozione che traspare quando parla dei suoi ragazzi è quasi tangibile attraverso il monitor. Nel suo sito troverete pagine e pagine di vita vissuta.

The Pocket Mama“Avete idea di cosa significhi essere mamma di due gemelli?” Io no! Come potrei del resto? Laura però ci mostra quanto può essere faticoso, gratificante, stancante e sfavillante, tutto nello stesso istante. Così uguali eppure così diverse, scommetto che le due piccole donne di casa daranno a Laura del filo da torcere. Sono splendide e hanno ripreso tutto della loro mamma!

…potrei continuare ancora, e mi spiace aver escluso, mio malgrado, altre Mamme Blogger ugualmente in gamba. Ci saranno altre occasioni per essere menzionate o per collaborare insieme!

Buona Festa della Mamma a tutte le Mamme del Mondo

mamme blogger la casalinga ideale

 

 

Papà Blogger ne abbiamo?

papa imperfetto papa blogger
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

…eh sì! Perché di mamme-blogger ne è pieno il web, stories colme di bimbi sorridenti da accudire e case da riviste patinate da arredare (e pulire, ahimè!), di profili che si alternano tra mamme-glamour e mamme-sgarrupate, di slowfood , fastfood e fingerfood, che dove lo troveranno il tempo di cucinare-impiattare-fotografare con la luce crepuscolare che viene meglio, io proprio non lo so!

Ma i papà nel frattempo dove sono?

Accanto alle mamme ovviamente, quasi sempre dietro le quinte perché, diciamocelo, un po’ la mania di protagonismo noi femminucce l’abbiamo innata.

Insomma sti papà?

Sì, va bene, non buttano mai l’immondizia, non collaborano in casa come vorremmo, ma solo perché le cose, se le facciamo noi, vengono meglio 😉

Però, c’è sempre un però, vorrei spezzare una lancia a favore dei papà.

Oggi, e solo oggi, faccio outing e dico a gran voce:

Meno male che esistono questi papà!

Non sempre perfetti (ma chi lo è?), anzi direi deliziosamente imperfetti come ci racconta Daniele Tarenzi tramite il suo blog “Papà Imperfetto” che vi invito a sbirciare al più presto!

Intanto, è utile conoscere meglio il punto di vista maschile, una prospettiva totalmente diversa dalla nostra, per tutto ciò che concerne la casa e la famiglia.

Io, unica donna in casa mia, (tra quattro maschi poco collaborativi), mi capirete se ogni tanto voglio evadere da tutto ciò che concerne calcio e motori, vero?

Noi mamme-blogger-multitasking pretendiamo di sapere sempre tutto, avere tutto sotto controllo e di gestire da sole la casa, i figli, la scuola, gli impegni, il pediatra, le vacanze, ma anche la ceretta, il makeup, i capelli, e poi le amiche, il registro elettronico, i gruppi whatsapp per qualsiasi argomento…e devo andare avanti?

Invece a volte ci farebbe tanto bene metterci un po’ in disparte e far fare loro qualcosa. Potremmo scoprire ad esempio che i papà forse non sanno cucinare, è vero, ma che fanno il bucato a regola d’arte meglio di noi. Non ci credete? Leggete un po’ qui –>> Oggi faccio il bucato

Oppure che riescono ad intrattenere orde di ragazzine e ragazzini indemoniati se si decide di organizzare una festa di compleanno in casa —>> La Festa in casa? Contiamo fino a dieci… lasciandoci libere di conversare con le amiche.

La pazienza che hanno i papà è ammirevole, si mettono a livello dei bambini, giocano con loro, sono bravissimi ad inventare storie curiose, sarà che forse i papà soffrono della sindrome di Peter Pan mentre noi mamme siamo un po’ Wendy (piagnucolosa) e un po’ Trilly (rompiballe, ma solo un po’!)?

Tornando al nostro Papà Imperfetto, Daniele sa fare tante cose in casa, sa divertirsi con le sue principesse prima di tutto! Realizza candele, ad esempio o le porta a teatro per una commedia divertente! Allo stesso tempo le supporta con i compiti (che lavoro ingrato!!) e si fa truccare come una bambola (che spasso!!!).

Ma in tutto questo non mancano nel suo blog le attenzioni a temi molto seri e attuali per sensibilizzare i lettori alla campagna contro i disturbi di comportamento alimentare, ad esempio. Oppure al’uso sicuro dei detersivi in casa in presenza di bambini.

Questo e molto altro sa fare Daniele, il nostro Papà Imperfetto!

papa imperfetto papa blogger

*********************************************************************************************

Oltre a lui, nel web, mi è capitato di “incontrare” altri papà blogger, (ne avevo già parlato qui, ricordate? –> Papà Blogger).

Prendendo spunto da uno di loro, vorrei consigliare una lettura spassosa (ottima idea regalo per futuri o neo papà) che parla di figli, famiglia e domande bizzarre …insomma scene di “ordinaria amministrazione”!

Disponibile su Amazon sia in formato cartaceo che digitale.

MO’ TE LO SPIEGO A PAPA’ 

di Francesco Uccello

Info e recensioni >>> Amazon 

motelospiegoapapa-papa-blogger

 

L’ABC della merenda dolce, sei buoni motivi per scegliere la merenda Parmareggio

ABC-della-merenda-dolce-FB
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Conoscevate già l’ABC delle merenda? Pratica, semplice e gustosa per la merenda di grandi e piccini?

Stavolta Parmareggio torna a stupirci con L’ABC della Merenda Dolce composta da un soffice plumcake e un energico frullato alla frutta.

Ideale per lo spuntino di metà mattina o per quello pomeriggio ecco sei buoni motivi per scegliere L’ABC della Merenda Dolce:

  1. È una merenda perfettamente bilanciata, infatti proteine, carboidrati e grassi, combinati nella giusta misura garantiscono ai ragazzi un adeguato apporto energetico per le loro attività di studio, gioco e sport.
  2. La ricetta esclusiva è stata studiata in collaborazione con un esperto di alimentazione e nutrizione, Dott. Giorgio Donegani. Il plumcake comprende le proteine nobili del parmigiano e il frullato è 100% frutta (pesca)
  3. La confezione è pratica e semplice da aprire. Si può portare in borsa o nello zaino, a scuola, in palestra o al parco, non necessita di essere conservata in frigorifero.
  4. Con questa dolce novità Parmareggio propone una nuova iniziativa denominata ‘A spasso nel tempo’: sarà, infatti, possibile trovare in ogni confezione una ‘pallina rimbalzina’ dei Topolini in giro per il mondo. In tutto si contano 9 palline, tutte da collezionare ma i più fortunati potranno trovare la decima pallina, quella più rara, che si illumina al buio di Enzino in Jamaica.
  5. Troverete su Facebook la pagina dei Topolini Parmareggio, con rubriche, ricette, giochi e iniziative.
  6. Non solo! Sul sito Parmareggio, troverete anche i consigli del nutrizionista, la pagina dedicata a questa novità, L’ABC della merenda dolce con plumcake e le 5 diverse e gustose combinazioni già presenti 

Sono davvero soddisfatta di poter dare ai miei ragazzi una merenda nutriente, equilibrata e gustosa sostituendo le merende “cioccolatose” ricche di zuccheri e grassi, senza tuttavia escludere l’aspetto stuzzicante e appetitoso che L’ABC della Merenda Dolce ci regala!

#Parmareggio #ABCdellamerenda #ad

5 consigli (più uno) per comprare abbigliamento bimbi

abbigliamento bimbi
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Hai bisogno di consigli utili per l’acquisto di vestiti per i tuoi bambini?

Qui troverai quello di cui hai bisogno!

Sappiamo tutti che l’acquisto di vestiti per bambini è senza dubbio una gioia goduta per parte di molti genitori e/o parenti di bambini.

Puoi effettivamente scegliere bei vestiti in diversi colori e in molte taglie per tutte le età, ma al di là dei nostri gusti ci sono alcune raccomandazioni di base che dovremmo seguire quando acquistiamo vestiti per bambini, indipendentemente dalla loro età, il tutto con l’obiettivo di proteggere sia la tua integrità fisica che la tua salute.

Questo è ciò che dovresti sapere quando acquisti vestiti per bambini.

1 Meglio acquisti personalizzati

Inizialmente potremmo dire che è importante comprare vestiti delle giuste dimensioni per i bambini. Se si decide di acquistare vestiti troppo stretti, i bambini si sentiranno intrappolati e schiacciati in abiti che comprimono i loro movimenti e non li fanno sentire liberi e comodi. Lo stesso si può dire quando i vestiti sono troppo grandi: questi capi sono estremamente scomodi da indossare e creano frustrazione e senso d’impotenza nel bambino in quanto ciò potrebbe anche interferire nel modo in cui i bambini camminano (quando i vestiti sono troppo grandi i bimbi ci rotolano intorno e cadono). Quindi né troppo stretti né troppo grandi, compra vestiti adeguati alla dimensione di tuo figlio.

2 Punta sui tessuti ipoallergenici

E’ molto importante scegliere tessuti ipoallergenici perché, anche se non abbiamo notato allergie particolari nel bambino, vestiti che sono composti da materiali che rispettano il derma e i suoi bisogni, senza irritarlo e danneggiarlo è fondamentale per il benessere di tuo figlio. In questo modo possiamo ridurre al minimo la probabilità di irritazione e sensibilità epiteliale nel bambino o una reazione allergica a eventuali sostante tossiche e nocive.

3 Non comprare capi che presentino materiali/ oggetti che possono essere ingeriti

Quando si compra  un capo per un bambino (soprattutto per neonati o bambini di età inferiore ai 12 mesi), bisogna stare attenti a non acquistare capi d’abbigliamento che presentino al loro interno o in superficie possibili oggetti che possono essere ingeriti dal bambino. Soprattutto i bambini più piccoli amano particolarmente materiali e oggetti deve che possono essere staccati e inghiottiti (il bambino nella prima fase della sua vita indaga e scopre il mondo attraverso la sua bocca). Soprattutto in questo senso, dobbiamo stare molto attenti perché c’è il rischio che si soffochi.

No a bottoni troppo piccoli, fiocchi o decorazioni di metallo e/o plastica.

4 Attenzione con le sostanze chimiche

È anche molto importante osservare gli indumenti in modo attento poiché in alcuni di essi ci sono rischi dovuti a certe sostanze chimiche che potrebbero essere state utilizzate per la loro creazione, come la tintura o la rifinitura di vestiti per bambini. I componenti chimici danneggiano l’organismo umano e producono tumori e malattie della pelle. Controllare l’etichetta del prodotto può essere utile per trovare possibili componenti  chimici pericolosi.

5 Compra all’ingrosso

Un buon modo per risparmiare soldi consiste in rivolgersi a grossisti specializzati in vestiti per bambini di prima qualità, ma a un prezzo più ragionevole, è l’acquisto all’ingrosso. Spesso negli ingrossi si possono trovare anche ulteriori sconti per liquidazione di stock (o ultime taglie) e prezzi scontati durante il periodo dei saldi.

6 Compra abbigliamento infantile sempre al miglior prezzo

Sempre è utile controllare in diversi negozi per vedere le diverse possibilità che offrono e gli sconti che puoi ottenere. Una buona raccomandazione sarebbe quella di visitare diversi negozi senza acquistare, basta andare in giro osservando ciò che hanno nel loro inventario e il giorno successivo tornare per i vestiti che ti sono piaciuti di più. L’ingrosso rimane sicuramente la scelta più interessante dal punto di vista relazione: qualità-prezzo.

Comodi in casa: ecco l’abbigliamento casalingo per il bambino

sneakers
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Ci preoccupiamo sempre di come vestire i nostri figli piccoli in varie occasioni.

Abbiamo quindi un outfit per il mare, uno per la montagna, uno per la città.

In pochi però pensano a come vestire i bambini all’interno delle mura di casa, specialmente quando invitiamo ospiti o semplicemente quando i nostri figli scorrazzano per la sala giocando e divertendosi.

L’abbigliamento per la casa non deve essere necessariamente ricollegato a pigiami e tute, è inoltre facilmente reperibile sul mercato poiché tanti marchi storici come Pisamonas e tanti altri si occupano di quest’aspetto. Ecco però che per stare in casa il bambino deve necessariamente sentirsi comodo e a suo agio. L’ideale sono quindi capi morbidi e elastici, di materiali che non diano alcun fastidio e che permettano movimento e dinamicità per il bambino.

I problemi vengono fuori quando arriviamo a scegliere le calzature; trovare una calzatura davvero comoda per i nostri figli non è cosa facile, possiamo optare per delle classiche slippers, ma, in alcuni casi possono risultare pericolose, soprattutto quando i bambini giocano e rischiano di scivolare. Una buona alternativa che garantisca benessere e comodità anche in casa, sono invece le sneakers per bambino.

Sneakers da casa per il bambino

Un paio di morbide sneakers può davvero fare la felicità del bambino all’interno delle mura di casa. Le sneakers infatti sono estremamente elastiche e confortevoli, avvolgono il piede con gentilezza, lasciando totale libertà di movimento e garantendo una altissima traspirazione. Ecco quindi che ci troviamo di fronte a una scarpa perfetta per giocare e per rilassarsi. Con una suola in gomma che garantisce la totale aderenza al pavimento e stabilità, le sneakers per bambino sono davvero perfette per l’outfit casalingo, sia in famiglia che in presenza di ospiti.

Da sempre il tipo di scarpe più amate dai piccoli, le sneakers diventano quindi una buona alternativa a slippers e infradito, un elemento casalingo piacevole e comodo che permetterà al bambino di vivere al massimo il suo tempo libero, senza preoccupazioni e fastidi.

Le sneakers per i più piccoli si trovano online, dove sarà possibile valutare ampi cataloghi e trovare prodotti unici e adatti a tutti i gusti.

 

E’ tempo di gite e viaggi di istruzione. Meno ansia più divertimento con GitaSicura

gitasicura
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Maggio e Giugno, i mesi in cui si concentrano le gite scolastiche e i viaggi di istruzione dei nostri ragazzi.

Se vogliamo stare dalla parte dei ragazzi questo si traduce in un’esperienza formativa straordinaria, un concentrato di cultura, giochi, risate sul pullman, professori coraggiosi e allegra convivialità tra compagni di classe!

Se invece restiamo nell’ottica di noi genitori, fatemelo dire, saranno giorni di ansia, trepidazione, cellulare spento/occupato/nonraggiungibile (eguai a far parte della schiera di mamme che hanno attivato da tempo l’applicazione “family” per rintracciare il proprio figlio con il GPS!!)

Non ridete! Conosco gente che lo fa!

Niente, da genitore, la gita scolastica non è per nulla una passeggiata.

Anche se l’itinerario è stato studiato da mesi, anche se si sono susseguite riunioni e assemblee scolastiche per mettere tutti d’accordo sulla destinazione, una troppo calda, l’altra troppo fredda, lì si possono perdere, al mare no è pericoloso, possibilmente l’hotel con un solo piano, al piano terra, perché si sa, i ragazzi a volte sono imprevedibili, ..ecco, malgrado le tante accortezze, il giorno della partenza sarà per noi un test di self-control per lasciar partire il proprio figlio cercando di non cedere alla tentazione di riportarlo a casa!

GuidaSicura

Quindi non ci resta che accettare di buon grado la verità che nostro figlio stia crescendo e che, malgrado i nostri mille dubbi, lui potrà sopravvivere per qualche giorno anche in nostra assenza.

Ciò non vuol dire comunque che non dobbiamo interessarci alla sua sicurezza per tutta la durate del viaggio.

E per farlo, affidiamoci alla guida redatta da Polizia di Stato e Anav, contenente un piccolo vademecum di 10 punti per garantire la sicurezza del trasporto scolastico.

GitaSicura è un progetto che promuove quindi lo scambio di informazioni tra le dirigenze scolastiche, le famiglie e tutti coloro che in qualche modo intervengono nell’organizzazione di gite scolastiche e viaggi di istruzione.

Cosa potete trovare nel blog di GitaSicura? Innanzitutto le regole di trasporto scolastico.

Sapete ad esempio che avete diritto di controllare i pneumatici, la revisione del veicolo o di verificare che il conducente sia in regola? Questi ed altri gli accorgimenti da adottare se vostro figlio partirà con la scuola.

Seguendo attivamente il sito o la pagina Facebook potrete restare sempre aggiornati sulle news, le curiosità, le esperienze dirette di scolaresche in gita. E’ l’informazione, in questi casi, a fare la differenza.

GitaSicura, un prezioso vademecum per scuole, genitori e aziende di trasporto, per garantire un viaggio sicuro ai nostri figli.

Buzzoole

buzzoole code