fbpx

Category Archives: Senza categoria

Troppa umidità in casa: da dove arriva?

troppa umidita
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Occuparsi della casa è un’attività impegnativa e complessa, dalle molteplici sfaccettature.

Per poter vivere in un ambiente sano, confortevole e funzionale, occorre tener conto di molti aspetti, ed è possibile che, proprio per le tante cose delle quali dobbiamo occuparci, qualcosa ci sfugga di mano.

Questa mancanza di attenzione, magari non intenzionale, può avere conseguenze più o meno gravi, che dipendono da cosa trascuriamo.

Un aspetto che non è assolutamente da sottovalutare è l’umidità presente all’interno della nostra abitazione. Se perdiamo il controllo di questo fattore, dovremo confrontarci con problematiche che possono diventare molto serie e che riguardano anche la nostra salute.

Un ambiente con un elevato tasso di umidità è l’ideale per la crescita di microrganismi, e l’eliminazione delle muffe dovrà sicuramente essere una nostra priorità, per evitare di subire danni che non interessano solo l’intonaco o i muri, ma hanno a che fare soprattutto con il nostro benessere.

Ma da dove arriva l’umidità? Quali sono le cause?

Una prima causa di umidità dipende da fattori fisici come temperatura e umidità dell’aria, che insieme ad altri elementi come il tipo dei materiali che costituiscono le strutture dell’abitazione e la ventilazione dei locali, concorrono alla formazione del tipo di umidità chiamato di condensa; questa si forma per le differenze di temperatura stagionali tra l’interno e l’esterno dell’abitazione ed è possibile rilevarne la presenza non solo sulle pareti ma anche sotto le mattonelle dei pavimenti o i listelli dei rivestimenti in parquet, che presentano rigonfiamenti.

Altre cause di umidità provengono da fenomeni che dipendono dal materiale di costruzione e dalle caratteristiche dell’ambiente esterno all’abitazione: definizioni come umidità di risalita, umidità laterale si riferiscono alle infiltrazioni d’acqua nei muri.

L’umidità di risalita si verifica quando l’acqua presente nel terreno, a contatto con il muro e in conseguenza della permeabilità dei materiali edili, risale verticalmente per il fenomeno fisico della capillarità, per poi affiorare sulla superficie delle pareti interne dell’abitazione. La presenza di questo fenomeno si manifesta attraverso segni facili da riconoscere: se osserviamo una macchia di colore scuro che sale dal pavimento verso l’alto della parete, significa che siamo in presenza di questo tipo d’umidità.

Un’altra situazione che provoca il passaggio di acqua all’interno degli edifici è l’assorbimento del liquido da parte delle superfici murarie laterali, e si parla in questo caso di umidità laterale.

Locali come cantine e garage, per esempio, sono spesso interrati e se le pareti non sono state impermeabilizzate oppure il materiale isolante è danneggiato, l’acqua contenuta nel terreno, oppure la pioggia battente o la vicinanza di laghi, fiumi o terreni non sufficientemente drenati viene assorbita dai muri laterali, si diffonde nella matrice del materiale da costruzione e penetra all’interno dell’abitazione.

Esiste anche un tipo di umidità a volte poco considerato ma comunque importante: è l’umidità che proviene dalla presenza di sali nel muro (umidità igroscopica).

I sali contenuti nei muri possono assorbire l’umidità dell’aria e quindi inumidire la superficie dell’intonaco, che appare ricoperto da macchie, e questo accade anche senza la presenza di acqua all’interno della parete.

Per contenere o eliminare questi fenomeni, che sono solo l’inizio di una catena di eventi molto fastidiosi, occorre intervenire nel modo corretto: solo con le opportune operazioni e prendendo provvedimenti che agiscono sulle cause, potremo essere sicuri di aver rimosso non solo la problematica, ma anche il suo ripresentarsi.

Proprio per la complessità e varietà dei diversi fattori che concorrono alla presenza di umidità di abitazioni ed edifici, la soluzione migliore è rivolgersi a ditte specializzate.

Queste, con i loro esperti, effettueranno dapprima un sopralluogo per verificare l’entità del fenomeno per poi proporre gli opportuni interventi tecnici che permetteranno di gestire le problematiche nel modo corretto.
troppa umidità

E la mamma tramontò.

la mamma tramonta
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Chi mi conosce e mi segue da tempo sa che la caratteristica principale del mio sito web, togliendo le faccende domestiche, è l’ironia.

Anzi, meglio ancora l’auto ironia.

Mi piace scrivere, mi piace confrontarmi con le molteplici realtà “casalinghe”. Mi piace scherzare sull’annosa questione e diatriba tra Casalinga Vs Donna in Carriera.

Eppure, periodicamente, la polemica sul “lavoro domestico” esce fuori.

Approfitto di questa news diffusa a macchia d’olio sui social per puntualizzare quello che per me è ovvio ma che per molti non lo è affatto.

Ecco perché non sono (e non sarò mai!) una food blogger

pisellini-e-gamberi
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Con queste due ricette, ho partecipato tempo fa ad un concorso Bonduelle*.

Vabbè non ho vinto e “da grande” non sarò una food blogger, ma mi sono divertita così tanto che oggi voglio condividere con voi questa mia esperienza!

Vi propongo queste due ricette simili nei contenuti ma diverse nella presentazione che si prestano benissimo, visti gli ingredienti, la sera della Vigilia di Natale.

Il concorso prevedeva una lista di ingredienti fra cui i piselli dolci Bonduelle (obbligatori!). Dovevo poi scegliere dalla lista altri 6 o 7 ingredienti, compreso uno a piacere.

Ho passato un pomeriggio ad inventare, sperimentare e fotografare.

Inutile dire che dopo aver provato l’ebbrezza di posizionare delicatamente la fogliolina di menta sulla purea di piselli pregando che non affondi per il tempo necessario a scattare la foto, ho finalmente capito che l’esperienza quasi trentennale di cucinare panzerotti e pasta al tonno non basta per fare di me una food blogger!

Ci vuole costanza (provare e riprovare), coraggio (ossia mangiare le prove riuscite male), arguzia (riciclare gli scarti proponendoli come un pranzetto gustoso ai familiari), rapidità (nell’impiattare e scattare la foto immediatamente dopo con le mani unte e infarinate), agilità e destrezza (arrampicandomi sulle credenze restando in bilico su un piede solo perché gli scatti dall’alto, si sa, sono più Tumblr  ), inventiva (sostituendo gli ingredienti che non si hanno in casa) e tanta tanta tanta creatività!

Ecco, di tutte queste cose, l’unica che non mi manca è la creatività! 😀

Torniamo alle nostre due ricette, ecco la prima proposta!

1^ Ricetta: Vellutata di piselli e patate con gamberi croccanti

Ingredienti utilizzati: piselli e gamberi
Piselli dolci  250 gr, 1 patata media, 6 gamberi sgusciati, 2 cucchiai di yogurt greco, granella di mandorle, mezzo avocado, 1 cucchiaio di miele, foglie di menta.

Procedimento di preparazione:
In una casseruola bollire la patata tagliata a cubetti.

Aggiungerla ai piselli sgocciolati, coprire con il brodo vegetale e cuocere per 10 min.

A fine cottura, frullare per ottenere un composto vellutato.

Scottare i gamberi con un filo d’olio 2 min., poi farli caramellare aggiungendo un cucchiaio di miele.

Passarli nella granella di mandorle precedentemente tostata.

In un piatto versare la vellutata di piselli, qualche cucchiaio di yogurt greco e l’avocado a cubetti.

Guarnire con foglie di menta

2^ Ricetta: Spiedini di gamberi su vellutata di piselli e yogurt

piselli-e-gamberiIngredienti utilizzati:
Piselli dolci  250 gr, 10 gamberi sgusciati, 1 patata media, 2 cucchiai di yogurt greco, granella di mandorle, 1 cucchiaio di miele, foglie di menta.

Procedimento di preparazione:
In un tegame dorare i gamberi sgusciati con poco olio girandoli su ambo i lati.

A fine cottura spegnere la fiamma e aggiungere un cucchiaio di miele.

In ultimo passare i gamberi nella granella di mandorle tostate facendole aderire bene.

Preparare la mousse frullando i piselli e una patata precedentemente bollita.

Aggiungere brodo vegetale fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Preparare gli spiedini di gamberi da accompagnare alla mousse già guarnita con yogurt e foglie di menta.

*Qui nella Gallery troverete tutte le ricette che hanno partecipato al concorso, comprese queste mie che vi ho appena descritto!

Mi direte quale delle due vi piace di più?

food blogger

Come fare a scegliere lo specchio più adatto ai tuoi mobili bagno?

lo specchio mobili bagno
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Lo specchio è un elemento davvero importante per la stanza da bagno, poiché oltre ad essere uno oggetto di bellezza serve come arredo per la sala da bagno.

Una costante che popola la sala relax, oltre ai sanitari, è rappresentata dallo specchio!

La sua mansione principale è quella di strumento di bellezza, ma svolge funzioni più importanti come arredare, ampliare, ma soprattutto può essere utilizzato come mobili bagno da usare come contenitori.

Esistono varie forme e modelli, ma la distinzione viene fatta per la maggiore dividendoli in semplici a parete o con vani contenitori. I primi sono più lineari e possono essere lavorati con greche in ferro battuto sia verticali che orizzontali oppure con luce annessa.

I secondi invece vengono considerati veri e propri mobili bagno con ante a specchio apribili dove all’interno si ha la presenza di vani dove riporre quei prodotti che spesso affollano il bagno. Queste mensole a scomparsa servono per mantenere l’ordine e la pulizia nel bagno e avere un contenitore in più soprattutto in bagno fa sempre comodo!

Se la sala relax è abbastanza grande e la famiglia molto numerosa, è allora possibile installare due lavandini e sopra di essi due specchi contenitori in modo tale da avere tutto sempre a portata di mano mantenendo la privacy di ogni componente della casa.

A volte lo specchio contenitore è molto utile anche in ambienti più piccoli dove c’è poco spazio per riporre mobiletti o mensole e ottenendo quindi una duplice funzione.

Lisci a parete o vani contenitori? Scopri quello più adatto alla tua stanza da bagno!

lo specchio mobili bagno

CasaKebo il diario delle spese di casa

casakebo
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

“Gli unici soldi che possiedi sono quelli che puoi spendere!”

Recita così un proverbio che condivido pienamente! Quindi fermiamoci ad analizzare quello che spendiamo durante l’anno per sapere di quanti soldi possiamo disporre.

Ricorderete sicuramente il famoso metodo giapponese, ne abbiamo parlato qui: Kakebo per risparmiare e gestire le finanze di casa.

Su Amazon lo trovate in vendita anche quest’anno –>>  Kakebo 2016

Io però l’ho ripreso e modificato in modo da realizzare un prospetto in formato A4 stampabile CasaKebo il Diario, che si adatta perfettamente al nostro #ControlJournal e che soprattutto fosse universale, durevole e soprattutto gratis. Le date infatti le ho lasciate volutamente in bianco così da poter stampare di volta in volta i prospetti per ogni mese, che poi potremo utilizzare anche per i prossimi anni.

Casakebo

n.  5.963 download effettuati

Istruzioni

Stampare 12 copie di questo prospetto, uno per ogni mese. Infine una copia del prospetto di riepilogo.
Scrivere il mese e le date su ogni foglio. Le date sono state lasciate volontariamente in bianco per poter utilizzare lo stesso prospetto tutti gli anni.
Compilare le spese fisse di cui si conosce già la scadenza e l’importo. Ad esempio, il mutuo, l’assicurazione, il bollo auto ecc
Scrivere a matita le spese variabili del mese di cui si può prevedere la cifra in base al bilancio dello scorso anno (ad esempio le utenze, il condominio, ecc)
– Scrivere nel mese i compleanni e le ricorrenze di cui dovremo tenere conto.
– Nel nostro #ControlJournal questo prospetto può essere inserito alternandolo a CASA DOP.
casakebo il diario– Per le spese variabili da annotare utilizzare questa facile legenda a cui potrete aggiungere altre spese non considerate:

  • ALI Alimentari
  • DET detersivi e detergenti
  • CAR abbigliamento
  • REG regali
  • ABB carburante
  • HOB hobby, libri, cinema, riviste, pittura, maglia, ecc
  • BAR bar e ristoranti
  • VAR varie ed eventuali
  • STU Scuola, università

– Alla fine dell’anno riportare sul prospetto di riepilogo i totali di tutte le voci inserite mensilmente!
– Ora analizzate le voci di spesa e cercate di far tesoro di tutte le informazioni. In questo modo sarete più consapevoli delle vostre capacità di Risparmio!
– Enjoy yourself!

Vinci un sogno con Kaercher

Vinci un sogno
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Ancora pochi giorni di tempo per vincere un sogno!

Chi acquisterà una SC1 o SC1 KIT PAVIMENTO Kaercher entro la fine dell’anno, potrà partecipare infatti ad un concorso per vincere un diamante del valore commerciale di 12.322€.

Hai tempo solo fino al 31 dicembre 2015! Affrettati e registrati  adesso!! Poche semplici informazioni che ti daranno la possibilità di vincere! Cosa stai aspettando?

Avevo già parlato del nuovo pulitore a vapore SC1, ricordate? Inutile dire quanto sia valido e come il vostro pavimento e le superfici di casa brilleranno d’ora in poi! La potenza del vapore e i numerosi accessori permettono di pulire  a fondo ogni angolo della tua casa, le superfici e le fughe dei tuoi pavimenti senza alcuna fatica.

Il Kit Pavimenti permette di ottenere risultati di pulizia eccellenti senza sforzo e in pochissimo tempo.

Vinci un sogno con Kaercher e i tuoi pavimenti saranno lucidi e splendenti come un diamante!!!

 

Buzzoole

Sgrassatore fatto in casa + Stampabile

sgrassatore fai da te
Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Si comincia con una pozione magica e non si riesce più a smettere. Dopo aver parlato delle Tabs per lavastoviglie oggi vi propongo lo Sgrassatore fatto in casa.

Pochi semplici ingredienti per avere un detersivo efficace, economico e ecologico.

Io l’ho testato in cucina dove l’unto è sempre più presente (fuochi, griglie,sgrassatore fatto in casa credenze, ecc) ma può essere utilizzato anche sul legno laccato, sulle maniglie delle porte, sulle maioliche.

Ingredienti: 

  • acqua
  • sapone di marsiglia
  • bicarbonato
  • aceto bianco

Preparazione:

In un contenitore sciogliere in 750 ml di acqua bollente 2 cucchiai di sapone di Marsiglia grattugiato.

Aggiungere 2 cucchiai di bicarbonato e per un’azione d’urto si può aggiungere 1 bicchiere di aceto bianco.

Fate raffreddare e versate tutto in un comodo flacone spray.

Vorrei segnalare La mia casa ecopulita. Detersivi fai da te ecologici ed economici, un pratico prontuario che vi spiegherà come pulire perfettamente e in modo ecologico ambienti e oggetti, dalle fughe delle piastrelle al frigorifero, dalle pentole alle maniglie delle porte, con indicazioni utili per trattare tutti i tipi di sporco una guida rapida al bucato vi svelerà trucchi e segreti per togliere dai tessuti ogni tipo di macchia utilizzando solo prodotti ecologici.

Sgrassatore fatto in casaStampate la scheda in formato A5 per il vostro #ControlJournal

 Download

ringrazio i n. 1.230 utenti che hanno effettuato il download fino ad ora

Ottimizzare il tempo [Guest Post]

Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Pulire casa, gestire i figli, l’economia familiare, le pulizie, cucinare, lavare i piatti, scopare, spolverare…ahhh!!

Quante cose ci sono da gestire! Per non parlare del bagno, della lavatrice e di stirare. Sono mille le faccende da fare nel corso della giornata e sembrano quasi inesauribili.

Conclusione: arriviamo a fine serata stremate e con la sola voglia di alzare i piedi, distenderci su un comodo letto, chiudere gli occhi e perderci nel mondo dei sogni.

buzzoole code