Kakebo per risparmiare e gestire le finanze di casa

kakebo per risparmiare

Dal Giappone un metodo nuovo, ma non troppo, per affrontare la crisi a muso duro: Kakebo.

Un nome buffo per un’agenda “ideale” per gestire la meglio il budget personale. C’è chi utilizza i file in excel, chi usa app innovative e tecnologiche per tablet e smartphone, ma non c’è nulla da fare. I conti di casa si scrivono a mano, su un quaderno, in questo caso il nostro Kakebo.

Dalla grafica accattivante, un maialino per risparmiare e un lupacchiotto per le spese.

Il metodo di risparmio consiste prevalentemente nel fissare degli obiettivi mese per mese, trascrivere spese e guadagni, analizzare i conti per individuare gli sprechi.

Le spese e i guadagni si possono personalizzare con le voci che ci interessano.

Molto spazio viene dato anche agli obiettivi e alle promesse (siate sinceri con voi stessi!)

Insomma tenere un Kakebo per risparmiare è utile e terapeutico.

I giapponesi lo considerano uno strumento che favorisce la tranquillità dell’anima e libera energie mentali.

Io fin qui non sono arrivata, lo confesso. Sicuramente, però, scrivere le spese aiuta a definire gli obiettivi e ad abbandonare le cattive abitudini.

Kakebo per risparmiare
personalizzare le voci di spesa e di guadagno
7 elementi) « 1 di 7 »

In vendita su Amazon

>>>>  Kakebo    2015   2016   2017  2018<<<<<

Il nostro Kakebo si articola esattamente così:

  • Mese per mese, annotare le spese fisse (mutuo, assicurazioni, rette, sport ec)
  • Giorno dopo giorno, le spese variabili (cene, libri, taxi, ecc)
  • Di volta in volta fissare degli obiettivi e decidere i piani di accumulo per il nostro risparmio.
  • Basterà tirare le somme settimana dopo settimana per avere un quadro preciso delle entrate e delle uscite.
  • Alla fine dell’anno è tempo di fare un bilancio analizzando ciò che abbiamo trascritto e sommato per trarne insegnamento per l’anno successivo.

 

Lo consiglio a chi si chiede perché non si riesce ad arrivare mai alla fine del mese.

Certo non pensate che il nostro Kakebo per risparmiare riesca a far crescere redditi e guadagni, ci troveremmo altrimenti nella favola di Pinocchio col Gatto e la Volpe.

Tuttavia scrivere nero su bianco le uscite potrebbe aiutarci a raddrizzare il tiro in caso di spese “pazze”  che magari si potrebbero evitare.

Che non diventi un’ossessione però! Che nella vita il denaro non è tutto!! (…anche se aiuta parecchio)

Kakebo per risparmiare

Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

21 Responses to Kakebo per risparmiare e gestire le finanze di casa

  1. Luca ha detto:

    Personalmente uso una app su android che si chiama Financius. Lo trovo più immediato perchè posso annotare subito la spesa fatta evitando di tenermi scontrini o ricordarmi quanto speso per questo o quello.
    É in inglese, ma credo sia fattibili per i più. Ha diverse funzioni che reputo utili…dateci un’occhiata! ^_^

    • giorgia ha detto:

      Grazie per la segnalazione Luca. Ogni risorsa che aiuta a risparmiare e a fare i conti di casa è sempre utile.
      Anch’io ho provato molte applicazioni sul mio smartphone, ma poi alla fine torno sempre al cartaceo ehehhehe
      Sono una tecnologica molto vintage!! 😀

  2. Silvia ha detto:

    Ho preso anch’io il kakebo e lo trovo ben fatto!!!! Spero di riuscire a essere costante!!!!!

    • giorgia ha detto:

      io per ora ho fatto delle fotocopie per fare un po’ di pratica nei mesi di novembre e dicembre, così a gennaio comincio per bene!

  3. Enrica Nicoletti ha detto:

    Ho comprato il kakebo ma purtroppo è già passato più di un mese ma non è arrivato niente continuano a posticipare la data , ormai il mese di gennaio è finito

    • giorgia ha detto:

      ciao Enrica, se vuoi un consiglio appunta su un notes le spese, una di seguito all’altra, avrai modo di classificarle appena arriva…

  4. luisa ha detto:

    io me lo sono fatto da parecchi anni con fogli di excell mensili, collegati fra loro in un foglio annuo. così so quanto spendo per ogni categoria e la differenza fra le entrate e le uscite. Inoltre ho fatto anche i vari confronti di spese annue delle varie utenze, luce, gas e telefono. Se qualcuna lo vuole posso passarglielo. L’ho fatto io, non l’ho copiato da nessuno, quindi non c’è nessun copyright. Luisa

  5. Valentina ha detto:

    Ciao Luisa,
    ero proprio alla ricerca di qualcosa del genere! Se ti fa piacere condividere il tuo lavoro potresti inviarlo anche a me?
    Grazie mille!!!

    Valentina

  6. Marilena ha detto:

    Fantastico non lo conoscevo. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

buzzoole code