Category Archives: Senza categoria

CasaKebo il diario delle spese di casa

casakebo
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

“Gli unici soldi che possiedi sono quelli che puoi spendere!”

Recita così un proverbio che condivido pienamente! Quindi fermiamoci ad analizzare quello che spendiamo durante l’anno per sapere di quanti soldi possiamo disporre.

Ricorderete sicuramente il famoso metodo giapponese, ne abbiamo parlato qui: Kakebo per risparmiare e gestire le finanze di casa.

Su Amazon lo trovate in vendita anche quest’anno –>>  Kakebo 2016

Io però l’ho ripreso e modificato in modo da realizzare un prospetto in formato A4 stampabile CasaKebo il Diario, che si adatta perfettamente al nostro #ControlJournal e che soprattutto fosse universale, durevole e soprattutto gratis. Le date infatti le ho lasciate volutamente in bianco così da poter stampare di volta in volta i prospetti per ogni mese, che poi potremo utilizzare anche per i prossimi anni.

Casakebo

n.  8.108 download effettuati

Istruzioni

Stampare 12 copie di questo prospetto, uno per ogni mese. Infine una copia del prospetto di riepilogo.
Scrivere il mese e le date su ogni foglio. Le date sono state lasciate volontariamente in bianco per poter utilizzare lo stesso prospetto tutti gli anni.
Compilare le spese fisse di cui si conosce già la scadenza e l’importo. Ad esempio, il mutuo, l’assicurazione, il bollo auto ecc
Scrivere a matita le spese variabili del mese di cui si può prevedere la cifra in base al bilancio dello scorso anno (ad esempio le utenze, il condominio, ecc)
– Scrivere nel mese i compleanni e le ricorrenze di cui dovremo tenere conto.
– Nel nostro #ControlJournal questo prospetto può essere inserito alternandolo a CASA DOP.
casakebo il diario– Per le spese variabili da annotare utilizzare questa facile legenda a cui potrete aggiungere altre spese non considerate:

  • ALI Alimentari
  • DET detersivi e detergenti
  • CAR abbigliamento
  • REG regali
  • ABB carburante
  • HOB hobby, libri, cinema, riviste, pittura, maglia, ecc
  • BAR bar e ristoranti
  • VAR varie ed eventuali
  • STU Scuola, università

– Alla fine dell’anno riportare sul prospetto di riepilogo i totali di tutte le voci inserite mensilmente!
– Ora analizzate le voci di spesa e cercate di far tesoro di tutte le informazioni. In questo modo sarete più consapevoli delle vostre capacità di Risparmio!
– Enjoy yourself!

Vinci un sogno con Kaercher

Vinci un sogno
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Ancora pochi giorni di tempo per vincere un sogno!

Chi acquisterà una SC1 o SC1 KIT PAVIMENTO Kaercher entro la fine dell’anno, potrà partecipare infatti ad un concorso per vincere un diamante del valore commerciale di 12.322€.

Hai tempo solo fino al 31 dicembre 2015! Affrettati e registrati  adesso!! Poche semplici informazioni che ti daranno la possibilità di vincere! Cosa stai aspettando?

Avevo già parlato del nuovo pulitore a vapore SC1, ricordate? Inutile dire quanto sia valido e come il vostro pavimento e le superfici di casa brilleranno d’ora in poi! La potenza del vapore e i numerosi accessori permettono di pulire  a fondo ogni angolo della tua casa, le superfici e le fughe dei tuoi pavimenti senza alcuna fatica.

Il Kit Pavimenti permette di ottenere risultati di pulizia eccellenti senza sforzo e in pochissimo tempo.

Vinci un sogno con Kaercher e i tuoi pavimenti saranno lucidi e splendenti come un diamante!!!

 

Buzzoole

Sgrassatore fatto in casa + Stampabile

sgrassatore fai da te
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Si comincia con una pozione magica e non si riesce più a smettere. Dopo aver parlato delle Tabs per lavastoviglie oggi vi propongo lo Sgrassatore fatto in casa.

Pochi semplici ingredienti per avere un detersivo efficace, economico e ecologico.

Io l’ho testato in cucina dove l’unto è sempre più presente (fuochi, griglie,sgrassatore fatto in casa credenze, ecc) ma può essere utilizzato anche sul legno laccato, sulle maniglie delle porte, sulle maioliche.

Ingredienti: 

  • acqua
  • sapone di marsiglia
  • bicarbonato
  • aceto bianco

Preparazione:

In un contenitore sciogliere in 750 ml di acqua bollente 2 cucchiai di sapone di Marsiglia grattugiato.

Aggiungere 2 cucchiai di bicarbonato e per un’azione d’urto si può aggiungere 1 bicchiere di aceto bianco.

Fate raffreddare e versate tutto in un comodo flacone spray.

Vorrei segnalare La mia casa ecopulita. Detersivi fai da te ecologici ed economici, un pratico prontuario che vi spiegherà come pulire perfettamente e in modo ecologico ambienti e oggetti, dalle fughe delle piastrelle al frigorifero, dalle pentole alle maniglie delle porte, con indicazioni utili per trattare tutti i tipi di sporco una guida rapida al bucato vi svelerà trucchi e segreti per togliere dai tessuti ogni tipo di macchia utilizzando solo prodotti ecologici.

Sgrassatore fatto in casaStampate la scheda in formato A5 per il vostro #ControlJournal

 Download

ringrazio i n. 1.628 utenti che hanno effettuato il download fino ad ora

Ottimizzare il tempo [Guest Post]

Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Pulire casa, gestire i figli, l’economia familiare, le pulizie, cucinare, lavare i piatti, scopare, spolverare…ahhh!!

Quante cose ci sono da gestire! Per non parlare del bagno, della lavatrice e di stirare. Sono mille le faccende da fare nel corso della giornata e sembrano quasi inesauribili.

Conclusione: arriviamo a fine serata stremate e con la sola voglia di alzare i piedi, distenderci su un comodo letto, chiudere gli occhi e perderci nel mondo dei sogni.

Orecchiette con i broccoli

Orecchiette con i broccoli
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Malgrado non ami molto le verdure, questo piatto mi ricorda l’infanzia. Per questo adoro il “profumo” e la forma di questa pasta. Mi ricorda le mani veloci di mia nonna Vincenza, al mare sotto il portico, intenta a preparare orecchiette per un reggimento. Ed io con gli occhi cercavo di “rubarle” il segreto che le faceva preparare le orecchiette così velocemente tutte uguali!

Lei, da vera donna pugliese, utilizzava le cime di rapa. Qui a Roma, per averle di  stagione   bisogna aspettare l’inverno e si trovano, a prezzi ragionevoli, solo per un periodo limitato. Quindi la maggior parte delle volte io utilizzo il broccolo romano.

La preparazione delle mie orecchiette con i broccoli forse non sarà da cucina gourmet, ma a me piace così!

In una pila capiente mettere i broccoli puliti in acqua salata. Appena l’acqua comincerà a bollire aggiungere le orecchiette che hanno una cottura di solito molto lunga. Mettere il coperchio e cuocere finché la pasta non sarà al dente.

Intanto, in un tegame a parte, avrete fatto soffriggere aglio, olio e peperoncino. Secondo i gusti potrete aggiungere anche un paio di alici.  Scolare le orecchiette al dente nel tegame e mantecare terminando la cottura.

Consiglio Sprint: avete cucinato cavoli, broccoli e cavolfiori e la vostra casa è infestata da odore sgradevole? Per tutta la durata della cottura immergere gli spicchi di mezzo limone. In alternativa, una mollica di pane ibevuta di aceto bianco direttamente nella pentola di cottura.

Questa ricetta sarebbe stata ottima per il

Contest “Ma che cavolo fai?”

non pensate anche voi?

Ma che cavolo fai?