Tag Archives: bucato

Lenzuola di cotone: il lavaggio perfetto [Guest Post]

lenzuola-di-cotone
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Le lenzuola di cotone si contraddistinguono per la loro resistenza e lavabilità.

Può accadere però che si lavino ad una temperatura sbagliata e si rischia di rovinare il tessuto leggero che le contraddistingue.
Eccovi alcuni consigli per lavare al meglio le vostre lenzuola di cotone.

Il lavaggio perfetto delle lenzuola di cotone

Cotone al cento per cento, leggi sempre le etichette? Cotton Lovers lo fa…

cotone al cento per cento
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Leggere un’etichetta sui vestiti è diventata un’impresa. Impresa quasi impossibile direi. Da secoli non mi accadeva di trovare scritto “Cotone al cento per cento”. E basta!

Poliestere, elastan, presenti anche in minima percentuale, non consentono un bucato perfetto a meno che uno non conosca il tipo di tessuto da trattare. Infatti le fibre sintetiche, oltre ad ingiallirsi dopo pochissimi lavaggi, si rovinano e “puzzano” perfino dopo aver pre trattato…

E le macchie restano lì, a ridere di noi!

Così ho scoperto che per pulire, smacchiare e pre trattare maglie, camicie e pantaloni bisogna avere una laurea magistrale in “scienze e tecnologie per la qualità e la valorizzazione del bucato”.

cotone al cento per centoIntanto ecco qui una pratica tabella pronta da salvare & stampare. Fa parte della raccolta #ControlJournal se avete già un raccoglitore #Binder formato A5.

Download

n. 218 download.

 

 

Il cotone invece si sa, è resistente, fresco, naturale, e può restare a contatto con la pelle senza rischi di eritemi o allergie. Soprattutto quando si tratta di vestire i nostri bambini scegliamo gli indumenti che rispettino la loro salute e il loro benessere. Io l’ho fatto.

Da qualche anno ho scoperto Original Marines insieme a COTTON USA.  Avevo scelto per caso una maglia che piaceva a mio figlio. L’ha voluta indossare quasi tutti i giorni, mi dava appena il tempo di lavarla e di nuovo la cercava nel cassetto. Così mi sono accorta che dopo numerosissimi lavaggi, anche ad alte temperature, i colori restavano brillanti e il tessuto non si era minimamente rovinato.

Il cotone che Original Marines utilizza per realizzare i propri capi di abbigliamento è uno dei migliori al mondo, naturale e resistente. Original Marines garantisce alle mamme e ai bambini abbigliamento confortevole e di qualità e, con la campagna Cotton Lovers, ribadisce come i capi siano in grado di mantenere intatti colore e vestibilità anche dopo un anno di lavaggi.

 

 


8 consigli per non stirare

otto consigli per non stirare
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

8 consigli per non stirare risparmiando energia elettrica, fatica e tempo utile.

Non so voi, ma io detesto stirare. Lo faccio proprio quando strettamente necessario e davanti la Tv. Le ditte produttrici di televisori, invece del decoder, dovrebbero prevedere l’omaggio di un ferro da stiro a vapore!

  1. non utilizzare la centrifuga, lasciando asciugare i capi sgocciolanti appesi alle grucce (ad es le camicie) , in questo modo il “peso” stesso dell’acqua stirerà le pieghe. Mi raccomando utilizzare le grucce dalle spalle “bombate” per evitare il fastidiosissimo segno sulle camicie.
  2. Scuotere con forza i capi appena usciti dalla lavatrice per eliminare fin da subito le pieghe da “strizzatura”
  3. Evitare le mollette ove possibile ed appendere gli indumenti su due fili per prevenire la “riga” da stendibiancheria una volta asciutti.
  4. Inoltre non lasciare mai i capi ad “essiccare” al sole ma ritirarli appena un po’ umidi.
  5. Chiudere lampo e bottoni a tutti i capi prima di metterli in lavatrice per evitare che si deformino.
  6. Piegare tovaglie, canovacci, lenzuola e federe, ma anche maglie e magliette ancora bagnate e dopo qualche ora (anche tutta la notte) stendere ad asciugare. Vi sorprenderà l’effetto “piega da stiro” che resterà sui capi.
  7. Per i capi più pesanti come jeans, felpe ecc, piegare bene e posizionare la pila di indumenti piegati sulla sedia. Cenare sul “trono” 🙂 e sembreranno usciti dalla lavanderia occupando anche meno spazio!
  8. In ultimo, per gli abiti più eleganti, con tessuti un po’ setosi, basterà appenderli nel bagno dove si fa la doccia. In questo modo la nuvola di vapore e la forza di gravità faranno il resto. Questo consiglio è soprattutto indicato quando d’estate si parte e si arriva a destinazione con una valigia piena di indumenti “stipati”. Una notte appesi nel bagno e un paio di docce, basteranno per farli “rinvenire”

Anche #Confidenze ha trovato utili i nostri consigli!!!

8 consigli per non stirare

 

Le ciliegie …una macchia di.

ciliegie
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Sono buone le ciliegie…anzi buonissime…ma se si macchia un indumento, aihmè, che pasticcio.

 

Lavare con acqua e sapone e tamponare le macchie di ciliegia rimaste con un po’ di latte.
Lasciare agire e dopo una o due ore risciacquare.

Se la macchia persiste, e l’indumento è di colore bianco, provare con acqua ossigenata diluita.

Utilizzare sempre e comunque acqua freddissima poiché l’acqua tiepida/calda fissa indelebilmente le macchie di frutta.