Tag Archives: sanitari

Il bagno piccolo ma funzionale con gli arredi giusti

Bagno piccolo ma funzionale
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

La stanza da bagno è, tra gli ambienti della casa, quella che necessita di manutenzione e ristrutturazione più frequenti.

Con le giuste accortezze e con dei piccoli stratagemmi anche un piccolo bagno diventerà pratico e funzionale!

Per realizzare il nostro progetto salva spazio, prima di tutto abbiamo bisogno di una planimetria con le misure esatte della stanza compresi gli ingombri di porte, finestre, colonne portanti e attacchi di carico e scarico dell’acqua.

Poi, con la calcolatrice alla mano, misuriamo le distanze minime tra i sanitari e l’opportunità di mettere una doccia o una vasca da bagno.

Oggigiorno esistono diversi tipi di sanitari, dai modelli essenziali, ergonomici e semplici da pulire. Il sito Tipi da Casa ne propone di belli con un rapporto qualità/prezzo davvero conveniente!

Ci sono delle indicazioni di massima da rispettare per creare un ambiente armonioso ed equilibrato. Aprendo la porta del bagno, ad esempio, difficilmente troveremo davanti a noi il wc o il bidet.

Al contrario troveremo invece il lavabo, posizionato in prossimità della porta. 

Se l’ambiente è stretto e lungo, si potranno prevedere due o tre scalini o un mezzo muretto a dividere la stanza, e a separare così il lavabo dai sanitari.

Il mobile contenitore sotto il lavabo, se sospeso, può diventare un’ottima soluzione per guadagnare spazio. Ce ne sono alcuni, pensate, che non raggiungono i 40 cm di profondità. Vale la pena dare un’occhiata >>> Tipi da Casa

Nell’angolo più in vista prende posto una vasca da bagno oppure la doccia che, in caso di spazio ridotto, potremmo trovare anche di soli 76 cm per lato.

Passiamo alle distanze minime essenziali da rispettare per rendere agibile e fruibile il vostro bagno. Se il bagno è spazioso naturalmente potremmo trovare decine di soluzioni valide tutte diverse e fattibili, ma se il bagno è piccolo o stretto scegliere e posizionare gli arredi e i sanitari potrebbe diventare una vera sfida.

Di seguito un pratico prospetto di facile consultazione che potrà tornare comodo nella scelta dei sanitari.

Nel bagno piccolo le distanze tra i sanitari

Ora, una volta “posizionati” vasca (o doccia), lavabo e sanitari, pensiamo agli accessori.

Se il bagno è molto piccolo, lo specchio sul lavabo deve essere abbastanza grande per dare luce e profondità all’ambiente, ma non troppo per non essere sproporzionato al lavabo sottostante.

Anche la forma dei sanitari può essere determinante per far sembrare l’ambiente più agevole. Quelli sospesi ad esempio, sono pratici e funzionali.

Potrete guadagnare spazio prezioso anche sostituendo i comuni termosifoni con degli scaldasalviette decisamente più sottili ed esteticamente più gradevoli.

Scegliere i rivestimenti più adatti non sarà facile vista la varietà di colori e materiali che esiste in commercio. Tuttavia, qualsiasi materiale scegliate come rivestimento optate per i colori chiari e tenui che regalano profondità e ampiezza a tutto l’ambiente. I rivestimenti lucidi riflettono la luce e il bagno sembrerà ancora più luminoso e scenografico.

L’illuminazione, infine, può essere risolutiva se la finestra è piccola e non c’è la possibilità di far entrare la luce naturalmente.

Due sono i punti luce essenziali. Il primo, quello generale, di solito si ottiene con una plafoniera o delle luci indirette, cioè proiettate al soffitto. In questo modo si assicura un’illuminazione naturale che si propaga per tutta la stanza. Il secondo punto luce è previsto accanto o sopra lo specchio. Qui potete prevedere, ad esempio, delle luci al LED che non risentono dell’umidità presente nel bagno e non si surriscaldano.

Insomma, avere un bagno piccolo non significa necessariamente rinunciare all’armonia e al comfort. Studiando misure e dettagli, scegliendo quindi i materiali e i colori più idonei, riuscirete a realizzare il vostro piccolo progetto di benessere e relax.

Bagno piccolo ma funzionale

Anche il bagno ha la propria personalità…

Arredo Bagno piatto doccia
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Oggi vorrei parlare di una stanza della casa che spesso viene sottovalutata nella scelta dell’arredo e degli accessori. Si pensa alla camera da letto, alla cucina e agli elettrodomestici, al salotto e alle tende e quasi sempre si lascia l’arredo del bagno per ultimo.

In ogni casa c’è almeno un bagno, a volte anche due. Il primo di solito è spazioso e areato e scegliere l’arredo e i rivestimenti è facile e divertente!

Si potrebbe ricreare l’angolo Spa e relax tramite un originale piatto doccia con pedana in legno e un fantastico soffione per la doccia con tecnologia air power, aggiungendo una pianta e delle candele a completare l’ambiente.

Per chi volesse sfoggiare una ricercata biancheria da bagno si potrebbe prevedere una mensola o una libreria a colonna. In questo moto le spugne, arrotolate e disposte cromaticamente, resteranno a vista e daranno quel tocco curato e elegante.

Arredo bagno Sanitari

Mentre, per il secondo bagno, comunemente detto “per gli ospiti” se progettato nella zona giorno della casa, oppure “di servizio” se utilizzato come laundry room, dobbiamo fare attenzione alle misure ridotte dei sanitari (ma ugualmente comodi e pratici) e alla funzionalità degli arredi.

Per ottimizzare meglio lo spazio di un piccolo bagno sceglieremo sempre i sanitari dal profilo smussato o arrotondato. Allo stesso modo, una doccia angolare ritaglierà un minore ingombro, salvando preziosissimi centimetri.

Sceglieremo poi dei mobili di dimensioni ridotte, ma con notevoli capacità contenitive, senza però rinunciare allo stile. Lo specchio-contenitore ad esempio si distingue per la sua doppia funzionalità, quella di ingrandire l’ambiente come solo gli specchi sanno fare e di contenere quante più cose possibili in un piccolo spazio!

Specchi enormi e rivestimenti chiari alle pareti regaleranno la profondità e l’ampiezza che manca di fatto ad un piccolo bagno.
Per avere una laundry room organizzata non può certo mancare il lavabo che si trasforma in lavatoio all’occorrenza. Gli elettrodomestici? Ce ne sono ormai di dimensioni ridottissime, con profondità davvero minime. Lavatrice e asciugatrice potranno benissimo essere sostituite da una pratica lavasciuga che occuperebbe metà dello spazio.Pratico e poco ingombrante non rinunciate allo scaldasalviette dalla “doppia personalità”. Oltre a riscaldare l’ambiente, diventa un utile stendino ed un economico asciuga biancheria per il bagno.

Arredo Bagno Scaldasalviette

Se il bagno, oltre ad essere piccolo, fosse anche cieco, ossia senza finestra, puntate sul colore bianco, o comunque chiaro. Abbondate in specchi e illuminazione e se proprio ciò non bastasse realizzate la metà superiore di una parete in vetro cemento. Questo permetterà alla luce naturale proveniente dalla stanza attigua di illuminare il nostro bagno. Ovviamente questa soluzione non può essere attuata sui muri portanti!

Non limitiamoci quindi a scegliere dei comuni sanitari o degli arredi pratici ma dallo stile anonimo. Ottimizzare gli spazi non significa penalizzare lo stile e la propria personalità.

L’importante è scegliere bene gli arredi cercando soluzioni semplici ma funzionali per il bagno e per il resto della nostra casa!

Arredo bagno




Anticalcare fatto in casa + Stampabile

anticalcare fatto in casa
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Dopo aver fatto lo sgrassatore passiamo a realizzare l’anticalcare fatto in casa per rubinetterie e sanitari.

Sono sincera, ero scettica all’inizio. Primo perché la farmacia dove ho acquistato l’acido citrico me lo ha fatto pagare ben 12 € per 250gr di prodotto. In seguito ho scoperto che sul web lo trovo anche a meno! Secondo perché non sapevo se sarebbe stato efficace contro le macchie di calcare che restano sui vetri della doccia.

Invece mi sono dovuta ricredere! La facilità della preparazione e la rimozione del calcare senza faticare troppo mi hanno subito convinta che è il prodotto adatto a me. Ho scoperto che con 250gr di prodotto posso realizzare il mio anticalcare per ben 2 volte e mezza!

Ingredienti:anticalcare fatto in casa

  • acqua distillata
  • acido citrico

Preparazione:

Versare in un contenitore graduato 100gr di acido citrico (maneggiare con i guanti!).

Aggiungere l’acqua fino a raggiungere in totale la tacca dei 500 ml.

Mescolate con un cucchiaio fin quando l’acido citrico non si sarà sciolto per bene.

Trasferite il tutto in un flacone con spruzzino.

Dal Web (Wikipedia): Grazie alla sua azione anticalcare viene utilizzato (diluito in acqua distillata) come ammorbidente eco-sostenibile per il lavaggio in lavatrice e disincrostante per la lavatrice.

Nei detersivi viene usato per ridurre la durezza dell’acqua.

anticalcare fatto in casaStampate la scheda in formato A5 per il vostro #ControlJournal

 Download

ringrazio i n. 327 utenti che hanno effettuato il download fino ad ora