Trasloco senza stress in 10 mosse + 1

trasloco

Partiamo dal presupposto che traslocare provoca stress. Non è un’opinione personale ma un dato di fatto.

Vi assicuro infatti che dopo aver traslocato ne avrete piene le scatole!! 😀

Tutti noi, (single, coppie o famiglie intere), quando si tratta di intraprendere un trasloco, necessitiamo di una buona dose di:

  • pazienza
  • spirito organizzativo
  • ottimismo

Prima di iniziare quindi fate un lavoro su voi stessi: decidete fin d’ora, per ogni oggetto o indumento, se portarlo nella nuova casa oppure no. Domandatevi se vi piace, se vi sarà utile, se avrete posto a sufficienza. Siate determinati. Non pensate di poter rimandare la decisione “più avanti”, questo è il momento giusto per fare spazio, per rinnovare ed evitare gli accumuli nella nuova casa.

Detto questo, passo a spiegare i passaggi per effettuare un trasloco senza troppi traumi.

Due mesi prima

1. Telefonate ai vari gestori di acqua, luce e telefono, al fine di  programmare le disdette ai contratti per una data stabilita.

2. Di conseguenza prevedete i nuovi allacci a vostro nome. Se nella nuova abitazione le utenze non sono state chiuse potrete richiedere un subentro, risparmiando così le spese di un allaccio nuovo.

Un mese prima

3. Premunirsi di scatole e scatoloni di ogni misura, scotch da pacchi, scotch di carta e pennarello punta grande nero. Prediligere le scatole di media grandezza per evitare pesi ed ingombri impossibili da trasportare.

4. Cominciate con riempire gli scatoloni dal balcone o terrazzo, poi ripostiglio (fate davvero una bella selezione!!) per poi passare a ingressi e disimpegni, poi sala da pranzo, camere, bagni, cucina.

Su ogni scatola che andrete a riempire scriverete: 

  • la stanza (sala, cucina, ecc)
  • il contenuto (indicare se fragile)
  • la priorità 

In questo modo, una volta giunti nella nuova casa, le scatole saranno riposte nella stanza indicata, pronte per essere svuotate subito o in seguito.

Coperte, tovaglie e maglie pesanti possono tornarci utili per imballare gli oggetti delicati un po’ ingombranti. Le pagine di un vecchio elenco telefonico invece saranno adatte ad “incartare” per bene i bicchieri di cristallo e i piatti del servizio buono. Non lesinate sulla carta da imballaggio poiché durante il trasloco gli scatoloni subiscono cadute e  botte accidentali. Utilizzare lo scotch di carta, che non lascia residui su legno e superfici delicate, per chiudere ante e cassetti. Chiudete le scatole di cartone con lo scotch da pacchi ripassando più volte evitando così che si possano aprire durante il trasloco. Non andranno imballati gli effetti personali come (gioielli, carte di credito, libretti di risparmio) che invece porterete con voi il giorno del trasloco insieme a mazzi di chiavi, medicinali di emergenza, cellulari, ecc. In una borsa dovrete prevedere un cambio, un asciugamano, sapone, spazzolini e dentifricio, carta igienica per il giorno del trasloco.

Una settimana prima

5. Pulite a fondo la nuova casa e l’arredo. Questa operazione sarà più facile se mobili accessori e scatoloni non sono ancora stati posizionati.

Il giorno prima

6. Fate il cambio di residenza all’Anagrafe

7. Cercate un parcheggio adatto e soprattutto vicino alla casa, sia per il carico che per lo scarico.

8. Avvertite il nuovo condominio tramite un avviso che si sta facendo un trasloco e che avrete cura sia dell’androne che dell’ascensore.

trasloco

Il giorno del trasloco

9. Telefonate ai gestori di luce e gas per la comunicazione dei contatori in caso di voltura delle utenze.

10. Posizionate le scatole nelle rispettive stanze, in un angolo, lasciando quelle da svuotare con urgenza a portata di mano.

10+1. Recarsi presso l’Ufficio Postale per richiedere il recapito della posta al nuovo indirizzo per un periodo prestabilito. Oppure dopo aver traslocato, settimanalmente, tornate al vecchio indirizzo per ritirare la posta.

Ultimo suggerimento: una volta entrati nelle nuova casa non fatevi prendere dalla frenesia di “rimettere tutto a posto subito”! Il trasloco può/deve durare anche settimane. Sarà bello e vi darà soddisfazione aprire una scatola alla volta e studiare per ogni oggetto “il posto giusto” nella nuova casa.

Utilizzate questo simpatico download per avere ogni cosa sotto controllo:

Download

Ringrazio i 1.622 utenti che hanno effettuato il Download finora.

Il File si compone di tre pagine in formato A4 pdf (Istruzioni + Planner)

Iscriviti alla nostra Newsletter per ottenere la password che ti permetterà di accedere a tutti i download di questo sito. 

Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

4 Responses to Trasloco senza stress in 10 mosse + 1

  1. Maddalena ha detto:

    Grazie ai consigli e al piano preparatomi ad hoc da Giorgia, me la sono cavata egregiamente e senza tantissimo stress…..
    Consiglio a tutte di procurarsi un bel po di scatoloni delle banane, questi sono perfetti: grandi, robusti, hanno le maniglie e sono impilabili, e cominciare a riempirli già dal mese prima del trasloco riponendoli all’interno degli armadi così che tutto sia ancora, più o meno, a disposizione. Altro consiglio importante è non voler proprio far tutto tutto in pochi giorni, qualche scatolone ammassato in qualche angolo in attesa di trovare un nuovo posto nella nuova casa, non sarà poi la fine del mondo!!!! Ancora un grande grazie a Giorgia per i preziosi consigli. Ciaoooooooo

    • giorgia ha detto:

      ma come sono contenta Maddalena che nel mio piccolo sono riuscita ad “alleggerire” il pesantissimo compito del trasloco!! Grazie per essere tornata qui a farci sapere come va!!
      PS gli scatoloni poco alla volta si possono gestire bene e con calma, complimentissimi!!

  2. Angelo ha detto:

    Grazie per il consigli. Eccellente articolo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

buzzoole code