Tag Archives: macchie

7 rimedi per eliminare le macchie di vino rosso

vino rosso macchia
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Tra le macchie più ostinate da trattare quella di vino rosso è una delle più comuni.

Come per tutte le macchie, più l’intervento è tempestivo, migliori saranno le possibilità di rimuoverle totalmente.

Esistono diversi rimedi, alcuni più efficaci, atri un po’ meno ma direi di iniziare subito con il sale.

  1. Cospargere la macchia di vino rosso con del sale da cucina. Lasciar agire dieci minuti e risciacquare bene con acqua tiepida (non bollente!). Poi lavare come d’abitudine. Questo rimedio è efficace solo sulle macchie “fresche”.
  2. Il dentifricio è invece un ottimo pre trattante soprattutto per le macchie di vino già “asciutte”. Fate però attenzione al potere sbiancante che potrebbe scolorire alcuni tessuti se troppo delicati.
  3. In alternativa a questi metodi, potete pre trattare con il panetto di sapone di Marsiglia, inumidito, e passato sulla macchia prima di lavare in lavatrice o a mano. Questo rimedio vale sia per le macchie recenti sia per quelle più datate.
  4. Un altro rimedio valido è utilizzare del sapone liquido a cui avrete aggiunto qualche goccia di limone.
  5. Anche l’acqua ossigenata, mescolata al sapone liquido in parti uguali, rientra tra i metodi più efficaci per smacchiare le tovaglie dal vino rosso.
  6. Bicarbonato e amido di mais, mescolati insieme in parti uguali, sono un ottimo pre trattante. Sciacquare abbondantemente e poi lavare come d’abitudine.
  7. Se siete al ristorante e siete sprovvisti di qualsiasi prodotto qui sopra descritto, l’acqua frizzante sarà sicuramente d’aiuto.

 

 

 

 

 

 

Tesoro, il bimbo piange, va cambiato…

Pampers
Seguimi
Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

“…certo cara, ma uno nuovo non ce lo danno!”

Recitava così una famosa barzelletta nel web. Eppure quante volte abbiamo ripetuto la frase “il bimbo è da cambiare!”?

Torniamo indietro di qualche anno e pensiamo al momento in cui abbiamo tenuto quel frugoletto tra le braccia mentre tutto il resto scompariva. Parenti, marito, casa, faccende…nulla ha più importanza tranne lui, quell’esserino indifeso che abbiamo tenuto per circa nove mesi dentro di noi.
Potevamo immaginare che una creatura tanto piccola e innocua potesse fare così tanta pipì e popò da non riuscire a tenere il ritmo?

E tutti ti dicevano “Tranquilla, all’iniziano i neonati mangiano e dormono!!”

Non è affatto vero!! Scommetto che nessuno ti ha avvertito a suo tempo di quante volte durante il giorno andavano lavati, cambiati e profumati. Profumati certo!! Insomma anche se si tratta di “cacca santa” c’è poco da scherzare, la puzza sugli indumenti non andrà via per mesi, forse per anni.

Davanti a queste rivelazioni scoperte a mie spese piano piano, per fortuna ho potuto testare e collaudare diversi prodotti, creme e pannolini. Fra tutti i Pampers sono stati da me promossi a pieni voti.

Asciutti, convenienti, protettivi.

Mi sentivo tranquilla con loro anche quando uscivo di casa per parecchie ore. Non avevo timore di “fuoriuscite maleodoranti” nel bel mezzo di una serata tra amici, e di notte non dovevo precipitarmi con il pensiero di ritrovare il pupo affogato nella pipì come invece mi raccontavano le amiche.

E poi? inutile risparmiare comprando super convenientissimi pack di pannolini anonimi se poi a farne le spese è il culetto di tuo figlio sempre arrossato. No, per queste cose meglio non lesinare e acquistare un prodotto che vi dia fiducia, confort, qualità e protezione.

Insomma pannolini Pampers forever! #storiadiprotezione



Macchia di popò:  poche gocce di detersivo per i piatti e poi in lavatrice. Sui capi bianchi è molto efficace pre trattare con acqua ossigenata 40vol.

Macchia di pipì: Acqua tiepida e sapone di marsiglia, lasciare un paio d’ore in ammollo e poi lavare come di consueto.

buzzoole code