Lez 09 – Risparmio

L’Economia Domestica

Luce
Il numero giornaliero di aperture del frigo (lo sportello non va mai spalancato) va ridotto al minimo e gli alimenti vanno sistemati in base alla frequenza con cui sono usati. Quando si deve sistemare la spesa nel frigorifero è utile predisporre tutto sul tavolo già in ordine per accelerare il trasferimento dei cibi nel frigo. Di solito frutta e verdura vanno nei piani bassi.
Non si deve assolutamente introdurre cibi ancora caldi, ma è necessario attendere che scendano a temperatura ambiente
Quando si esce da una stanza spegnete la luce. Sfruttare al massimo l’energia del sole e quindi la luce diurna.
Utilizzare lampade a basso consumo. A fronte di una spesa maggiore per l’acquisto ci sarà una durata molto più prolungata rispetto alle altre.

Acqua
Chiudiamo il rubinetto mentre ci insaponiamo, laviamo i denti o ci facciamo la barba; risparmieremo così circa 15 litri d’acqua al giorno, quindi 2.500 litri l’anno. Facciamo la doccia, invece del bagno: consumeremo così 40 litri d’acqua, invece di 150.
Installiamo sul rubinetto un semplicissimo retino frangigetto, che miscela l’aria all’acqua che fuoriesce: risparmieremo così altri 6.000 litri d’acqua l’anno. Ripariamo subito il rubinetto che gocciola: risparmieremo così decine di litri di acqua al giorno.
L’acqua che viene usata dallo sciacquone, corrisponde ad oltre il 30 % del consumo domestico. Possiamo ridurla installando un semplice sistema a rilascio differenziato.
Facciamo funzionare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico: risparmieremo così acqua ed energia.
Non lasciamo scorrere l’acqua mentre laviamo i piatti a mano, ma riempiamo il lavello con la quantità necessaria. Risparmieremo in questo modo decine di litri d’acqua per volta.
Raccogliamo, quando possibile, l’acqua piovana: ci servirà per innaffiare orti, piante e giardini.
Laviamo frutta e verdura in una bacinella d’acqua, con un po’ di bicarbonato, invece di lasciarle sotto l’acqua corrente.
Innaffiamo piante e giardini di notte: l’acqua evaporerà più lentamente ed eviteremo di sovraccaricare la rete di distribuzione. Inoltre, ricordiamoci che l’eccesso di irrigazione dei terreni é dannoso per le piante ed é costoso: 1 cm d’acqua su un metro quadro di
superficie equivale a 10 litri.

Gas
Per evitare la dispersione di calore, non coprire i termosifoni con mobili e tende e la sera chiudere le tapparelle per mantenere più calda la casa .Con questo semplice accorgimento si può risparmiare fino al 30% della perdita di calore.
E’ importante anche decidere per quante ore si desidera tenere acceso il riscaldamento e rispettare sempre questo orario.
Il passaggio continuo dal caldo al freddo, obbliga la caldaia a consumare di più. Una buona idea è quella di installare sui caloriferi un particolare termostato che blocca l’accesso dell’acqua calda una volta raggiunta la temperatura stabilita. Il costo dell’apparecchio si aggira intorno ai 30 euro e permette un risparmio di 250 euro all’anno.
Tenere aperta la finestra quando la caldaia è accesa provoca solamente un inutile consumo di gas o gasolio.
La cosa migliore è quella di aprire le finestre 2-3 volte al giorno per un minuto. Evitare di tenere la finestra socchiusa perché così il calore tenderà ad uscire facendo lavorare doppiamente la caldaia.
Chi vive in condominio può aderire ad uno dei nuovi contratti di “Servizio Energia” che prevedono l’installazione di speciali rivelatori da parte delle agenzie che gestiscono il consumo di carburante. Così, ogni inquilino pagherà in base ai suoi reali consumi e non più in base alla grandezza della casa. Per chi ha una caldaia autonoma, prima regola è quella di controllare che sia in buono
stato. Una caldaia non in perfetta efficienza aumenta infatti il consumo di gas e quindi la bolletta. Perciò se la caldaia è molto vecchia, è meglio farla pulire una volta all’anno, mentre se è più recente, la manutenzione va fatta ogni quattro anni.
Un altro consiglio è quello di spurgare l’aria dai termosifoni per tenerli sempre efficienti perché l’aria presente nelle tubazioni, tende a depositarsi nei radiatori impedendone il pieno riscaldamento e facendo lavorare inutilmente la caldaia. Se termosifoni sono molto
vecchi e non sono dotati delle valvole di sfiato dell’aria, può essere utile farle installare dal termoidraulico.

Altro

SalvadanaioMantenere uno scadenzario mensile delle spese fisse (affitto, assicurazione, canone, ecc) ci permette di valutare i mesi in cui possiamo spendere e quelli in cui dobbiamo fare più attenzione.

Stampa La Lista della Spesa de La Casalinga Ideale

Tienila in cucina, a portata di mano…ops…di penna, e aggiornala con tutti i prodotti che man mano consumi. Poi portala con te al Supermercato, così divisa in reparti, sarai molto più efficiente nel trovare le cose che ti occorrono, e risparmierai tempo e fatica!!
Ecco alcuni consigli per una perfetta gestione “familiare”…
Segnate le entrate e le uscite su un quaderno indicando data, descrizione e cifre. Se possibile tenete un quaderno per ogni tipo di registrazione (casa, banca, utenze).
Non lasciate accumulare cifre e documenti.
Conservate con cura i libretti degli assegni ed in caso di smarrimento segnalate subito alla banca il numero progressivo degli assegni.
Controllate l’estratto conto non appena vi arriva e segnalate alla banca eventuali discrepanze con le vostre registrazioni.
Conservate tutte le copie delle dichiarazioni dei redditi presentati e la ricevuta rilasciata dal Comune o dall’ufficio postale, con allegata la copia della relativa documentazione e le ricevute di pagamenti e rimborsi.
Non gettate nulla, neppure le denunce cadute in prescrizione, perché potrebbero servirvi in qualunque momento sia gli allegate sia le ricevute.
Raggruppate i documenti da conservare in un mobile che potete chiudere a chiave per tenerli fuori della portata dei bambini e dei curiosi.
Nel vostro piccolo angolo-ufficio non devono mancare una matita, una penna, una gomma, la calcolatrice, qualche graffetta, la pinzatrice, la foratrice, buste e nastro adesivo; il tutto potrà essere comodamente contenuto in una scatola.
Utilizzate dei classificatori ad anelli o a cartellette mobili nei quali riunire i vari documenti.
Per quelli più delicati usare le cartellette di plastica che li preservano dalla polvere e dall’ingiallimento. Per i documenti da tenere a portata di mano è più pratica la borsa a soffietto, con gli scomparti intestati, mentre per le scadenze è indispensabile un’agenda da
consultare di frequente.
Conservate il contratto d’affitto, le ricevute dei pagamenti dell’affitto e delle spese; se l’appartamento è di proprietà conservate anche il rogito, l’iscrizione al catasto e l’eventuale documentazione del mutuo con relative ricevute di pagamento.
Se possibile, conservate tutti gli esiti d’analisi mediche, molto utili come confronto in caso d’esami successivi.
Conservate la tessera del gruppo sanguigno e quella dell’allergie insieme alla patente o nel portafoglio. Potrebbero rivelarsi utili in caso d’incidenti stradali od improvvisi ricoveri ospedalieri. Fate una fotocopia di patente, carta d’identità e passaporto, che potrebbero essere utili in caso di smarrimento o furto degli originale.
Segnate sulla vostra agenda le date per i rinnovi e l’applicazione dei bolli.
Le scritte in rilievo sulla tessera del codice fiscale si cancellano con l’attrito: tenete nel portafoglio la fotocopia e conservate a casa l’originale.

Seguimi

giorgia

Ciao sono Giorgia, ti do il benvenuto in questo Condominio.
Qui troverai tips, rimedi, risorse utili, simpatici prospetti e planner per ottimizzare il tempo e gli spazi, nonché consigli utili per una gestione domestica più organizzata.
Seguimi

Latest posts by giorgia (see all)





One Response to Lez 09 – Risparmio

  1. Albalù ha detto:

    Risparmiare così potrebbe funzionare davvero!
    Complimenti 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

buzzoole code